Decadenza, 10 costituzionalisti al Senato: "BERLUSCONI deve essere ESPULSO SUBITO "

La petizione “ salvare Silvio Berlusconi è illegale “ ha raccolto più di 130 mila firme in 24 ore .  
 
 
di PASQUALE NOTARGIACOMO per repubblica.it  ROMA – Dieci dei maggiori costituzionalisti italiani concordano nel ritenere che qualsiasi ritardo nell'espulsione dal Senato di Silvio Berlusconi sarebbe di fatto illegale. E rigettano qualsiasi ipotesi di incostituzionalità della legge Severino. Li ha consultati Avaaz, rendendo note le loro posizioni in un documento pubblicato sul sito dell'associazione. Si tratta di Alessandro Pace, Ernesto Bettinelli, Roberto Romboli, Ferdinando Pinto, Francesco Dal Canto, Riccardo Guastini, Salvatore Bellomia, Gianni di Cosimo, Antonio D'Andrea, Umberto Allegretti. Le loro conclusioni contraddicono  i pareri depositati alla Giunta delle elezioni e dell'immunità del Senato dalla difesa dell'ex premier.
Che chiede il ricorso alla Consulta e la sospensione dei lavori dell'organismo di Palazzo Madama per approfondimenti sulla norma varata dall'ex ministro della Giustizia.

I tre quesiti. I 10 esperti sono stati interpellati su tre quesiti: 1) durata dei lavori della Giunta (sedute continue fino al voto o rinvio per approfondimenti?), 2) possibilità per l'organismo di Palazzo Madama di ricorrere alla Consulta, 3) sospensione dei lavori in attesa della rideterminazione delle pene accessorie o per il ricorso alla Corte di Strasburgo.  

La natura della sanzione è amministrativa. “Da quasi trent'anni mi occupo dell'ineleggibilità dei componenti gli organi amministrativi locali – premette Ferdinando Pinto, professore ordinario di diritto amministrativo a Napoli -e, se rapportato a quello che ho visto dal mio osservatorio, quello che si sta verificando è per me incomprensibile“. Smentita la presunta natura penale della sanzione (invocata, invece, dalla difesa dell'ex premier per contestare la presunta retroattività della norma”. “La legge è chiara lì dove stabilisce una sanzione amministrativa – sottolinea Pinto -. D'altro canto l'applicazione della legge è già avvenuta in una trentina di casi senza  che si sia messa in discussione tale profilo”.

Il Senato deve provvedere immediatamente. Gli fa eco Riccardo Guastini, ordinario alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Genova: “Immediatamente” – sottolinea Guastini – non è vocabolo ambiguo: vuol dire senza por tempo in mezzo; il rinvio del voto e inammissibile“. Anche Umberto Allegretti, professore di Diritto pubblico all'Università di Firenze esclude qualsiasi dilazione. “La difesa di Berlusconi è stata assicurata e il Senato è tenuto a provvedere davvero  immediatamente”. Verdetto univoco insomma. “Sulla base della legge anti-corruzione italiana, un parlamentare condannato in via definitiva decade automaticamente dalla sua carica pubblica – afferma Allegretti -. Perciò in seguito alla condanna per frode fiscale del primo agosto, la Corte di Cassazione ha determinato automaticamente la decadenza di Berlusconi”.

Le CENTOTRENTAMILA mila firma di Avaaz. Questa nuova memoria legale, effettuata da membri esperti dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti, viene pubblicata mentre oltre 130mila persone hanno firmato una campagna di Avaaz in sole 24 ore, chiedendo l'immediata decadenza di Berlusconi dal Senato.

“Il parere dei massimi costituzionalisti è chiaro – dice Luca Nicotra di Avaaz -: non sono ammessi ulteriori rinvii all'espulsione di Berlusconi e il Senato deve prendere una decisione subito. Quello di Berlusconi è un tentativo disperato di stare aggrappato al suo seggio di senatore, piegando tanto i media quanto la legge al suo volere. 

E' arrivato il momento che la Giunta del Senato decida: vogliono servire l'interesse pubblico o prendere in giro la legge e gli italiani con rinvii immotivati e di fatto illegali ?“, conclude Nicotra. 
 
 
 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.