Ministro Mario Mauro:“Amnistia e Indulto non sono parole di cui vergognarsi”- DIRITTI E SINDACATO INVECE SONO PAROLE DA NON PRONUNCIARE e Diritti da NON concedere ai Militari.

Dell’incontro Con i ” rappresentanti ” di Migliaia di Militari, esiste solo un brevissimo resoconto pubblicato sul sito della Difesa.
Migliaia di Militari non sono informati dettagliatamente sui contenuti e su tutti gli interventi fatti da chi ” rappresentanti ” esercita un ruolo per Delega e nei fatti appare come un Sindacato Giallo.
L’unica frase nota, l’unico contenuto dell’ Incontro con i CoCeR è una frase pronunciata dal Ministro : No ai diritti sindacali. L'Istituto del sindacato è incompatibile con la specificità del mondo militare. Se cercavate un Ministro disponibile su questo piano, io non sono quel Ministro !”
Il Ministro Mauro ieri ha fatto anche altri incontri e visite: “Amnistia e indulto non sono parole di cui vergognarsi, sono nei fondamenti della Costituzione e devono essere coraggiosamente presi in considerazione dal Parlamento per alleggerire la situazione delle carceri“. Non ci sia più timore nel parlare di questi provvedimenti . Lo ha detto il ministro della Difesa, Mario Mauro, al termine della sua visita al carcere di Rebibbia.
CONSTATIAMO CHE c’è, viceversa, TIMORE E VERGOGNA NEL Parlare di Diritti . Il Ministro sà, che In COSTITUZIONE, sono riconosciuti anche i DIRITTI ASSOCIATIVI E SINDACALI, ad oggi, e per ora, negati ai Militari, in attesa del pronunciamento, su tale compressione di Diritti Costituzionali, da parte della CEDU ( Corte Europea dei Diritti Dell' Uomo ) o di una politica che sia coerente con i discorsi o pronunciamenti fatti riguardo a integrazione Europea delle Forze Armate. 
Dei distinti incontri  con CoCeR e Sindacati esistono solo due brevissime note pubblicate dal sito difesa.it;
Due note brevi ma significativamente differenti anche nella loro brevità :  
Il Ministro Mauro incontra i rappresentanti del COCER Il Ministro della Difesa Mario Mauro, accompagnato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, ha incontrato oggi nella Sala Diaz di Palazzo Esercito, i rappresentanti del Consiglio Centrale di Rappresentanza (COCER) Nel corso della riunione sono stati affrontati i temi riguardanti i decreti legislativi discendenti dalla legge 244/2012, sulla revisione dello strumento militare nazionale.Nell’occasione, Il Ministro ha assicurato che dedicherà una costante attenzione, insieme al Sottosegretario delegato Gioacchino Alfano, alle problematiche del personale militare ed, in particolare, alla specificità della funzione militare. Il percorso di confronto proseguirà attraverso lo svolgimento di tavoli tecnici.La riunione odierna segue quella dello scorso 10 giugno 2013.
Il Ministro Mauro incontra i rappresentanti delle organizzazioni SINDACALI della Difesa Il Ministro della Difesa Mario Mauro, accompagnato dal Sottosegretario di Stato Roberta Pinotti, delegato per le relazioni sindacali, ha incontrato oggi a Palazzo Baracchini, le Organizzazioni Sindacali nazionali del personale civileNel corso della riunione sono stati affrontati i temi riguardanti i decreti legislativi discendenti dalla legge 244/2012, sulla revisione dello strumento militare nazionale.
Le Organizzazioni sindacali, nell’esprimere apprezzamento per l’incontro odierno, hanno assicurato la disponibilità a fornire il proprio contributo, fatta salva l’esigenza di garantire la professionalità del personale civile ed i relativi livelli occupazionali.
Nell’occasione, Il Ministro ha sottolineato che seguirà con scrupolosa attenzione, insieme al Sottosegretario delegato, le problematiche del personale civile della Difesa ed ha assicurato che il percorso di confronto, auspicato dalle parti sociali, proseguirà mediante tavoli tecnici.
La riunione odierna segue quella dello scorso 10 giugno 2013. Foto tratta dal sito difesa.it

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.