Napolitano:” razionalizzare e ammodernare le forze armate di fronte a gravi minacce”. Quando ammoderniamo diritti e tutele dei Militari Italiani ?

Assodipro Roma
Razionalizzare e ammodernare sono due termini noti, putroppo , spesso nel tradurre questi termini in atti o provvedimenti, le conseguenze degli stessi sul personale, la tutela ed i diritti del personale militare non sono in primo piano.
Il “ razionalizzare “ diventa, tra l'altro, un pesante taglio di personale –  esuberi, chiusura e accorpamento di decine di enti e caserme con conseguenze sociali, economiche, lavorative e familiari per migliaia di Militari che non hanno strumenti efficaci di tutela e rappresentanza associativa – sindacale. L’ “ ammodernare “ si traduce in rilevantissime spese per armamenti oggetto di grandi dibattiti in parlamento e nella società.
Il Richiamo costante all’Europa è stato un faro nell’attuale mandato presidenziale e lo è anche nel comunicato odierno. Purtroppo, In Italia, nei messaggi del presidente della repubblica, nella Politica Italiana a livello Governativo – Ministeriale, non troviamo ancora nessun riferimento, quando si parla di Forze Armate – Militari, alla sentenza della Corte Europea dei Diritti che condanna i Paesi che ancora non concedono diritti associativi/sindacali ai militari. L’Europa è anche diritti .
Nel Messaggio odierno, inviato al ministro difesa Pinotti,  il  presidente della repubblica , tra l’altro ha dichiarato:  ” L'allarmante acuirsi di conflitti e tensioni a ridosso dei nostri confini e nel Mediterraneo rende oggi necessario, ancor più che nel passato, procedere a razionalizzazioni e ammodernamenti al fine di disporre di Forze Armate pronte ed efficienti, in grado di garantire, con l'Unione Europea e le organizzazioni internazionali, la sicurezza del paese di fronte alle gravi minacce emergenti” . È un impegno fondamentale cui dobbiamo far fronte con priorità.

Related Posts

About The Author