Portogallo, Poliziotti e Associazioni di Militari manifestano contro i tagli allo stipendio. Lisbona: “ GOVERNO STAI ATTENTO SIAMO ARRABBIATI “. In 15mila contro i tagli.

Lisbona. Tutti in piazza, ma questa volta non per difendere i diritti dello Stato, bensì i propri. Più di 15 mila poliziotti arrabbiati hanno invaso le strade di Lisbona per protestare contro il previsto taglio dei propri salari
All’urlo di Governo stai attento, i poliziotti sono arrabbiati!“, gli uomini delle forze dell’ordine si sono ritrovati davanti al Parlamento, armati di spranghe e scudi, davanti ai propri colleghi che cercavano di impedir loro di protestare. Secondo Rui Costa, portavoce della polizia di Lisbona, la manifestazione si è conclusa con dieci feriti tra poliziotti e manifestanti, due dei quali sono stati ricoverati in ospedale.
Un migliaio di agenti, loro colleghi, sono dovuti scendere per le strade per cercare di impedire la manifestazione. In novembre una protesta simile era costata il posto al direttore della polizia nazionale. All’interno del palazzo, il presidente del Parlamento Assunçao Esteves, ha accettato di ricevere una delegazione delle  forze dell’ordine per cercare di placare gli animi.
I manifestanti protestano contro il taglio dei loro salari che ha coinvolto polizia nazionale, gendarmeria e guardie carcerarie, dopo l’insuccesso di una riunione con il ministro degli interni Miguel Macedo dalla quale i militari hanno ottenuto un semplice rimborso di 25 euro mensili, “insufficienti se li si paragona ai 150 euro che abbiamo perso” afferma José Alho, responsabile dell’Aspig, associazione di rappresentanza dei gendarmi. “Da gennaio ci sono già stati tolti 200 euro dallo stipendio, se non contiamo i tagli applicati negli ultimi tre anni” spiega Antonio Ferreira, gendarme di Coimbra. “Ho una moglie e tre figli da sfamare. Abbiamo dei debiti per pagare la casa e l’auto” racconta un altro poliziotto di 45 anni. “Sono certo che coloro che ci governano non hanno idea della situazione in cui vive la gente, le difficoltà del quotidiano” afferma Joao Oliveira, 50 anni. 
Il programma di tagli al quale è sottoposto il Portogallo prevede misure molto severe sugli stipendi di dipendenti pubblici e pensionati
HANNO ADERITO le Associazioni dei MILITARI Portoghesi le quali  hanno lamentato i continui tagli al bilancio dell'esercito, che “sviliscono il ruolo dei militari”. L'esercito è stato particolarmente colpito dai tagli, e ha registrato il maggior incremento di pensioni anticipate, l'8,2%, nel pubblico impiego, con 21 mila prepensionamenti. Tra le altre misure impopolari del bilancio, approvato con i soli voti della maggioranza conservatrice, figurano la riduzione dei salari nel pubblico impiego e l'aumento di 5 ore settimanali dell'orario, l'innalzamento dell'età pensionabile a 66 anni, il blocco delle pensioni di reversibilità se il cumulo supera i 2000 euro mensili. Il bilancio prevede una manovra di 3,9 miliardi (il 2,3% del Pil) per rispettare i paramenti imposti dalla Troika (Ue, Bce, Fmi) per la concessione di 78 miliardi nel 2011, e che per il 2014 prevedono un disavanzo del 4%.


Related Posts

About The Author