RENZI NON smentisce la continuazione del Blocco Delle Retribuzioni. Silp CGIL : “esecutivo sordo; mobilitazione“ – Siulp: “Ministri inattendibili“! – I CoCeR dei Militari tacciono !

Roma, 21 ago. (Adnkronos) – Per il sindacato di polizia Silp Cgil “va fatta immediata chiarezza in relazione alle notizie secondo le quali il governo intenderebbe prorogare il blocco contrattuale  alla luce delle recenti dichiarazioni governative che, dopo l'approvazione del Def, sostenevano che vi fossero le condizioni per un possibile sblocco contrattuale' “
A giudizio del segretario del Silp Cgil Daniele Tissone, “e' ora indispensabile un chiarimento da parte del governo tenuto conto che la riduzione di spesa del comparto sicurezza in termini di costi del lavoro durante l'ultimo triennio e' risultata ampiamente superiore alle aspettative”. Nonostante ciò, prosegue Tissone, ” donne e uomini in divisa hanno continuato a subire pesanti danni economici derivanti  dal blocco del tetto salariale che, sommato al blocco dei contratti, ha ridotto di oltre il 15% i singoli compensi'”. 
È pertanto venuto il momento, in assenza di una mancata smentita delle notizie di questi giorni, di far sentire la voce del personale in divisa ad un esecutivo sordo e insensibile alle istanze di migliaia di operatori che combattono per la legalità nel nostro paese, attraverso – conclude Tissone – ulteriori forme di mobilitazione da parte di una categoria ormai stufa di annunci che, ogni volta, non vedono concretizzare alcuna soluzione“.   
SICUREZZA: SIULP, RENZI SMENTISCA PROROGA BLOCCO STIPENDI ‘MINA CREDIBILITA’ GOVERNO’ Roma, 20 ago. (Adnkronos) – ”Renzi smentisca in modo categorico l’ipotesi anticipata sulla stampa di un’ulteriore proroga di due anni del blocco economico per poliziotti e per l’intero Comprato Sicurezza e Difesa”. A chiederlo in una nota è Felice Romano, segretario Generale del Siulp, il Sindacato unitario dei lavoratori della Polizia. ”Di fronte all’esigenza di contribuire alla tenuta del Paese e alla salvaguardia della finanza pubblica, tutti hanno il dovere di partecipare – sottolinea Romano – ma continuare, dopo già 4 anni di blocco con un ulteriore biennio di congelamento delle retribuzioni significa operare un vero e proprio accanimento nei confronti dei servitori dello Stato”. ‘Un ulteriore blocco per due anni del tetto stipendiale dei poliziotti nell’ambito della spending review – denuncia il sindacalista – significa accanirsi contro chi, per 1.300 euro al mese sta garantendo la democrazia, la sicurezza del Paese e la stessa tenuta sociale della nazione avendo in cambio solo mortificazioni, vessazioni con questa che possiamo definire una vera e propria tassa che pesa ormai da 4 anni sulle misere finanze degli uomini e delle donne in uniforme”. A questo si aggiunge ”la totale inattendibilità che oggi grava su tutti i ministri interessati al comparto sicurezza e difesa e anche sui capi Dipartimento delle stesse amministrazioni” con ”il rischio imminente che la sicurezza e la difesa vada in tilt”.
Nota di Assodipro:   Nel corso dell'intervista di ieri al TG5, sucessiva ai comunicati dei Sindacati di Polizia,  il premier non solo NON ha risposto ai sindacati ed ha fatto la battuta riportata nella notizia precedente, ma NON ha smentito la continuazione del Blocco delle Retribuzioni !

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.