Senti chi parla di Militari e Difesa! Per Mario Mauro, ministro durato meno di una gravidanza, se si tagliano gli F 35 si taglia l’ Aeronautica (!) e l’ex ministro Gelmini dà i numeri (!)

A cura di Assodipro Roma 
E’ stata una facile previsione. Sul taglio proposto per gli F 35 cominciano i cori, interessati, di interesse e ” spintanei ” di coloro che vogliono spendere miliardi per un programma costosissimo, complesso, problematico e politicamente improponibile di fronte alla realtà socio economica di milioni di famiglie, anche di Militari, che sono a rischio povertà.  Programma ancora più improponibile, mentre il personale militare è colpito da pesantissimi tagli di personale e chiusure di decine di enti e caserme senza diritti e tutele per migliaia di militari ed ha contratti e retribuzioni bloccate dal 2010, con il BLOCCO che CONTINUERA’ ancora visto che NESSUNO si impegna concretamente e realisticamente a sbloccare né contratti né retribuzioni con impegni precisi e dicendo dove trova le risorse.

Per la serie SENTI CHI PARLA (1) registriamo le dichiarazioni di Mario Mauro, sì proprio l’ex ministro difesa, orfano di poltrona di governo che ha cercato di difendere strenuamente quando ha percepito che era traballante; Poltrona  che ha occupato per il tempo di una gravidanza partorendo tagli pesantissimi per i Militari, è rimasto in carica, fortunatamente, solo dal 28 aprile  2013 fino al 22 febbraio 2014, ovvero 9 mesi e 25 giorni per un totale di 300 giorni lasciando comunque un pessimo ricordo tra il personale per i tagli , la sua arroganza politica nei non rapporti con la base e le sue “crociate” pro armamenti e lobby e contro il personale . Lo stesso Ministro che hà forzato l’approvazione dei decreti sui tagli di 35 mila militari per completare la legge di Revisione Strumento Militare approvata dal suo predecessore tecnico – ammiraglio e tagliatore di teste militari – Il Mario Mauro che NON ha concertato neanche un rigo di quei decreti e li ha portati in consiglio dei ministri e fatti approvare pochi giorni prima del termine del suo Governo e del suo Ministero sicuramente NON rimpianto da migliaia di Militari. F35: Mauro (PI), decisione Pd e` demagogica (ANSA) – ROMA,   8 MAG – “Ieri il Pd ha deciso che all`Italia non serve un`Aeronautica Militare. Che sciocchezza demagogica! Ma non c`è` proprio nessuno nel Partito democratico che difende la Difesa e che si preoccupa della sicurezza del Paese?”. Lo ha detto in una nota il presidente dei Popolari per l`Italia ed ex ministro della Difesa Mario Mauro commentando la relazione conclusiva dell`indagine conoscitiva sugli armamenti approvata ieri in commissione Difesa della Camera. Il testo, votato per parti separate, era stato approvato con il si` del Pd, il no di FI e l`astensione degli altri gruppi ed era stata approvata anche la relazione dei Dem che chiede tra l`altro una “moratoria” sugli F35 e il dimezzamento della spesa”.

 

Per la serie SENTI CHI PARLA (2) l’ On Maria Stella Gelmini si mette la divisa, sale in cattedra e da i numeri militari sui caccia (  errati…come la storia del tunnel… mai avuti 254 caccia operativi in linea di volo  ) .. si , è la stessa ex  non rimpianta ministro istruzione … quella che scrisse del tunnel dei neutrini che correvano dal Gran Sasso a Ginevrache diventa esperta militare ed esperta in numero di caccia senza mai aver detto una parola sul personale, sui lavoratori in divisa massacrati da tagli e blocchi stipendiali contrattuali nati quando al governo c’era Lei :  Gelmini, voto ieri mina credibilità` politica e militare (ANSA) – ROMA, 8 MAG – “Con i voti del Pd, e le astensioni  decisive di Nuovo centrodestra e Scelta civica, la Commissione Difesa della Camera ha approvato il dimezzamento del programma di acquisto degli F35. Ha ragione Arturo Parisi, già` ministro della Difesa, quando afferma che con il voto di ieri ci siamo avvicinati al disarmo aereo dell`Italia. Il governo e il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, non hanno fatto una piega di fronte a una decisione che mina alla radice la credibilità` politica, militare e diplomatica dell`Italia agli occhi non solo dei nostri alleati”. A dichiararlo e` Mariastella Gelmini, vice capogruppo di Forza Italia alla Camera. “Dai 254 aerei previsti inizialmente dal programma, si era passati a 131 e poi, con Monti, si era scesi a 90 aerei – continua l`ex ministro dell`Istruzione – ora si rimpiazzano 254 aerei militari acquistandone 45”.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.