Errore sul database di WordPress: [Disk full (/tmp/#sql_354b2_2.MAI); waiting for someone to free some space... (errno: 28 "No space left on device")]
SELECT t.*, tt.*, tr.object_id FROM wp_terms AS t INNER JOIN wp_term_taxonomy AS tt ON t.term_id = tt.term_id INNER JOIN wp_term_relationships AS tr ON tr.term_taxonomy_id = tt.term_taxonomy_id WHERE tt.taxonomy IN ('category', 'post_tag', 'post_format') AND tr.object_id IN (2094) ORDER BY t.name ASC

SOLO 2 GIORNI FA’ L’ULTIMO MILITARE MORTO, PARE ANCHE A CAUSA DEI VACCINI. Il CoCeR AM fa delle DOMANDE praticamente senza ottenere RISPOSTE dal vertice. – AS.SO.DI.PRO.

SOLO 2 GIORNI FA’ L’ULTIMO MILITARE MORTO, PARE ANCHE A CAUSA DEI VACCINI. Il CoCeR AM fa delle DOMANDE praticamente senza ottenere RISPOSTE dal vertice.

Errore sul database di WordPress: [Disk full (/tmp/#sql_354b2_2.MAI); waiting for someone to free some space... (errno: 28 "No space left on device")]
SELECT wp_posts.* FROM wp_posts INNER JOIN wp_postmeta ON ( wp_posts.ID = wp_postmeta.post_id ) WHERE 1=1 AND ( ( wp_postmeta.meta_key = '_wpipa_position' AND wp_postmeta.meta_value LIKE '%before\\_content%' ) ) AND wp_posts.post_type = 'mts_ad' AND ((wp_posts.post_status = 'publish')) GROUP BY wp_posts.ID ORDER BY wp_posts.post_date DESC

Errore sul database di WordPress: [Disk full (/tmp/#sql_354b2_2.MAI); waiting for someone to free some space... (errno: 28 "No space left on device")]
SELECT wp_posts.* FROM wp_posts INNER JOIN wp_postmeta ON ( wp_posts.ID = wp_postmeta.post_id ) WHERE 1=1 AND ( ( wp_postmeta.meta_key = '_wpipa_position' AND wp_postmeta.meta_value LIKE '%after\\_content%' ) ) AND wp_posts.post_type = 'mts_ad' AND ((wp_posts.post_status = 'publish')) GROUP BY wp_posts.ID ORDER BY wp_posts.post_date DESC

Mentre il CoCeR Interforze, particolarmente EI e CC ,  sembra in tutt’altre faccende elettorali affaccendato e NON tratta i MORTI a causa di vaccini o esposizioni non protette in zone contaminate, Il CoCeR AM ha rivolto al vertice dell’Aeronautica una serie di domande contenute in una delibera del 23 ottobre 2012 
8 DOMANDE che rimangono praticamente SENZA RISPOSTA ! Benessere e condizioni igieniche del personale, sicurezza in tema di vaccinazione dei militari da inviare in missioni nazionali ed estere. Il CoCeR AM, prendendo spunto del caso di un Maresciallo di Decimomannu che è sottoposto a procedimento penale per una vicenda legata alla somministrazione preventiva di vaccini per l’invio in missione in ambito nazionale , ovvero ““Legittimità del militare di accettare/rifiutare trattamenti sanitari e/o profilassi vaccinali”. Rivolgendosi al capo di SMA Generale  Bernardis , ricordando che  1-Costituzione Italiana, all’art.32 sancisce che nessuno può essere obbligato ad un trattamento sanitario se non per disposizione di legge, e solo la Legge o atti che abbiano valore di legge . 2 – che anche l’Assemblea Parlamentare del Consiglio Europeo, con la Risoluzione n° 1859, del 25/01/2012 rifacendosi all’ampia accettazione/consenso dell’art. 8 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, adotta e ribadisce all’art. 1 della Risoluzione che nessuno può essere obbligato a subire un trattamento sanitario contro il proprio volere. 3 – che la Corte Costituzionale, con la sentenza n° 258 del 1994, ha precisato che solo una eventuale Legge impositiva di un trattamento sanitario non è in contrasto con il succitato art. 32 della Costituzione, purché sussistano determinate condizioni, citate nei successivi punti della medesima sentenza. Preso atto che che da fonti giornalistiche nel mese di gennaio 2011, anche la Procura di Roma, su esposto di un parlamentare, ha aperto un’inchiesta su due militari Alpini mai inviati in missioni all’estero, deceduti entrambi a seguito di un linfoma, per verificare se la morte sia da attribuirsi all’inoculazione dei vaccini. PONE UNA SERIE DI DOMANDE AL CAPO DI SMA Gen. Bernardis: 1- chiede al Capo di SMA di appurare se in ossequio alla D.T. 14/02/2008, vi sia piena applicazione da parte degli Ufficiali medici vaccinatori di quanto previsto in tema di sensibilizzazione ed  informazione preventiva nei confronti di tutto il personale interessato; 2- di verificare se all’atto della somministrazione dei vaccini, venga rilasciata ai vaccinandi la scheda (Allegato “I” D.T. 14/02/2008) sulle reazioni avverse al fine di avere un accurato controllo e riscontro di tali reazioni anche a fini statistici; 3- di verificare se in fase preliminare, vi sia la rilevazione da parte dell’Ufficiale vaccinatore, dell’eventuale sussistenza di controindicazioni temporanee o permanenti allo svolgimento di ciascuna pratica vaccinale; 4- di vagliare la possibilità che in sede preliminare tutto il personale interessato dalla profilassi vaccinale, possa effettuare esami/test-anticorporali clinici gratuiti, onde evitare la somministrazione di vaccinazioni ad individui risultanti immunodepressi o particolarmente esposti a rischi di qualunque natura al momento dell'effettuazione degli esami suddetti, ed il determinarsi di eventuali e potenziali squilibri del sistema immunitario; 5- se vi siano sufficienti garanzie per la tutela ed il benessere del personale dal punto di vista sanitario in tema di vaccinazioni; 6- di rendere edotto il personale su eventuali conclusioni del CPCM (Comitato per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie); 7 – di esperire le dovute indagini attraverso i militari che hanno subito vaccinazioni plurime e ravvicinate, al fine di verificarne le loro attuali condizioni di salute; 8 – di conoscere anche, alla luce delle nuove evidenze scientifiche e dell’andamento dei lavori nelle varie commissioni all’uopo preposte, quali azioni voglia intraprendere affinchè le strutture Tecnico-Sanitarie della F.A. applichino alle pratiche di vaccinazione un “principio di precauzione” più elevato. Di fronte all’importanza dell’argomento trattato ed alla qualità delle domande il capo di SMA ha ritenuto di rispondere nel seguente modo : Con specifico riferimento ai contenuti della delibera in oggetto, evidenzio che la vigente Direttiva Tecnica emanata dalla Direzione Generale della Sanità Militare disciplina compiutamente le modalità procedurali e applicative delle misure vaccinali e profilattiche del Personale militare.    Il personale sanitario delle Infermerie di Corpo applica scrupolosamente le disposizioni contenute nella suddetta Direttiva sotto la propria diretta responsabilità professionale. Aggiungo, per i restanti aspetti oggetto della delibera, che i protocolli vaccinali elencati nella Direttiva Tecnica sono approvati dal Consiglio Superiore di Sanità e sono in linea con quanto previsto dagli accordi di standardizzazione in ambito NATO.             L’Aeronautica Militare, attraverso il Servizio Sanitario del Comando Logistico, continua a svolgere al riguardo un’attenta e costante attività di monitorizzazione, in attesa di conoscere i risultati che verranno resi noti dal Comitato per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie. *Il sindacato giallo (company union in inglese) è la denominazione con cui si indicano i sindacati creati e controllati dagli imprenditori, presenti negli Stati Uniti negli anni venti e dichiarati illegali con la legge Wagner (National Labor Relations Act, o “Legge sui rapporti nazionali di lavoro”) del 1935. In Italia lo statuto dei lavoratori (legge n.300 del 1970) nell'articolo 17 proibisce ai datori di lavoro e alle loro associazioni di costituire e finanziare associazioni sindacali dei lavoratori. Il termine viene oggi utilizzato in ambito giornalistico per indicare una organizzazione sindacale che si ritiene di fatto asservita al datore di lavoro, o ad altri soggetti i cui interessi sono contrapposti a quelli dei lavoratori. Un “sindacato giallo” viene ritenuto differenziarsi dalle legittime associazioni sindacali, le quali dovrebbero essere organizzate in base a regolare statuto secondo criteri democratici e trasparenti, hanno titolo a sottoscrivere i contratti nazionali, e prevedono il versamento di una quota di iscrizione.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.