Stipendi statali, Consulta salva governo: ‘Blocco illegittimo, ma non per il passato’. Governo ora dovrà riavviare le trattative e stanziare nella legge di Stabilità risorse per i contratti

La Corte costituzionale ha dichiarato illegittimo il blocco dei contratti degli statali. 
Ma non per il passato bensì “con decorrenza dalla pubblicazione della sentenza”.  
In seguito al pronunciamento, in ogni caso, il governo dovrà stanziare nella prossima legge di Stabilità le risorse necessarie per “scongelare” i trattamenti salariali dei circa 3,3 milioni di statali fin dal mese prossimo , anche se probabilmente i versamenti non partiranno prima del 2016. 
Stimare quanto costerà l’operazione non è ancora possibile, visto che a differenza del caso delle pensioni, qui il quantum dell’aumento sarà determinato al tavolo delle trattative con i sindacati. 
Le buste paga dei dipendenti pubblici sono ferme da quando, nel 2010, un decreto del quarto governo Berlusconi ne ha imposto il blocco coattivo per il 2011, 2012 e 2013. Con un risparmio per le casse pubbliche stimato in oltre 11 miliardi di euro. La legge di Stabilità dell’esecutivo Letta ha poi rinnovato il congelamento fino alla fine del 2014, disponendo anche una moratoria del turn over, ovvero il ricambio generazionale, fino al 2017. 
Nell’aprile 2014 il ministro della pubblica amministrazione Marianna Madia aveva detto che sarebbero stati sbloccati, ma in sede di approvazione della nuova manovra il governo non ha trovato le risorse, per cui i contratti sono rimasti ancora al palo. 
Una proroga ora bocciata dalla Corte.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.