Vince il maresciallo che attacca i vertici: “È libertà di parola”

Per degradare e congedare il caporalmaggiore Salvatore Parolisi, che aveva ucciso la moglie Melania Rea nel 2011, l’Esercito attese la condanna definitiva (20 anni). Per degradare e congedare il maresciallo Carlo Chiariglione, sottufficiale degli Alpini e presidente di Assomilitari, è bastata una lettera aperta al Capo dello Stato che alla fine del 2020 richiamava l’attenzione [Leggi tutto – Fonte Il Fatto Quotidiano]

Related Posts

About The Author