ACCADE DOMANI : 3 luglio, ore 9 consiglio supremo di Difesa, esame decreti sulla Spending review.

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha convocato il Consiglio supremo di Difesa, al Palazzo del Quirinale, per mercoledì 3 Luglio 2013, alle ore 09.00. Tra l’altro, nell' ordine del giorno si legge : Stato delle attività conseguenti alla Spending Review, elaborazione dei decreti attuativi  della Legge Delega e verifica dei presupposti e degli obiettivi della Riforma delle Forze Armate legge 244/2102 , anche in relazione alla fattibilità ( priorità, oneri e tempi ) dei programmi di potenziamento e ammodernamento delle capacità militari.  
Stato Maggiore difesa ai CoCeR : Si comunica che, ai sensi dell’Art. 932 del D.P.R. 15 marzo 2010 n.90, in data 3 luglio 2013 alle ore 12.00, è convocata una riunione, a cui parteciperà anche il Sottosegretario di Stato alla Difesa con delega alle relazioni con le Rappresentanza Militari On. Gioacchino Alfano, con il seguente argomento: · Schemi di decreti legislativi discendenti dalla Legge n. 244/2012 recante delega al Governo per la revisione dello strumento militare nazionale”.   
Si presentano al Presidente i Decreti attuativi della Spending review nelle FF.AA. che nessuno ha mai visto e sui quali nulla si è concertato, probabilmente saranno anche pronti i decreti per la revisione dello strumento militare ( legge 244/2012 ) e le sub rappresentanze nulla sanno e nulla incidono. 
Peccato non ci sarà un resoconto ufficiale dell’incontro con il  sottosegretario Alfano, non si fanno mai resoconti ufficiali o video registrati quando i CoCeR fanno incontri del genere, sarebbe invece opportuno, giusto e sacrosanto, specialmente nel momento attuale, che tutti i Militari vedano e sentano cosa dicono o NON dicono i loro rappresentanti e cosa viene detto o NON detto loro. 
Le rappresentanze, trattate come  Sindacati Gialli o con comportamenti da Sindacati Gialli saranno tali anche domani ? L’unica volta che si è visto un video tra Di Paola ed i CoCeR la sub rappresentanza e venuta fuori in tutta la sua evidenza e le migliai di sub rappresentati  militari rimangono senza DIRITTI E TUTELE. 
Un esempio di differenza tra sub rappresentanti – sub rappresentati tipo Sindacato Giallo  e diritti sindacali ? eccolo : 
Proprio ieri il Ministro della Funzione pubblica Giampiero D’Alia ha dichiarato : “dopo aver aperto alla Cgil per intavolare un dialogo su esuberi e precari, dice che «queste norme possono essere sempre cambiate ma fino a quando non lo sono ho il dovere di farle rispettare e di andare avanti». «Ovviamente questo lo voglio fare d'intesa con le organizzazioni sindacali, perché – ha concluso D'Alia -quando mobilitiamo personale dobbiamo ovviamente concordare con il sindacato quali sono le forme migliori per l'utilizzo virtuoso di questo personale”.  
L'esatto contrario di quanto accade nel mondo dei sub-rappresentati Militari.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.