BERSANI : Riduciamo la spesa per gli F-35 e diamo priorità al lavoro . Assodipro e Flavio Lotti lo hanno urlato, inascoltati, per un anno.

On. Bersani ,
Avete approvato a passo di carica , all’ultimo minuto utile dei lavori parlamentari e con un Governo praticamente dimissionario da pochi giorni, la Revisione dello Strumento Militare, che prevede un pesantissimo e doloroso taglio di 50 mila posti di lavoro nella Difesa ( 40 mila militari e 10 mila civili ). La legge da voi approvata ( con relatori PD e PDL alla Camera ed al Senato ) ha lo scopo, tra l’altro, di spostare risorse dal personale agli investimenti e tra questi ci sono anche gli F-35.
Ieri abbiamo appreso che vuole ridurre la spesa per i caccia perché la priorità è il LAVORO ! ed un'altra priorità sventolata sono i DIRITTI !
Caro Onorevole, intanto temi importanti come LAVORO e DIRITTI dovrebbero e DEVONO  appartenere anche ai lavoratori Militari che ad oggi sono senza TUTELE ASSOCIATIVE E SINDACALI e dovrebbero affrontare disarmati le pesanti conseguenze   lavorative, sociali, familiari ed economiche del provvedimento del Governo Monti-Berlusconi-Casini-Bersani-Di Paola da voi approvato. Circa 185 mila militari aggiungendo solo i parenti stretti fanno 500 mila voti ! Moltissimi Militari voteranno ricordandosi i tagli della Spending review e della Revisione dello Strumento Militare approvati dal Governo uscente di cui LEI, ON. Bersani ha fatto parte.
Ci Chiediamo oggi se l’ On. Bersani abbia mai letto le migliaia di mail che gli inviammo con il seguente appello che è rimasto inascoltato e se ha mai saputo o seguito tutte le iniziative fatte per contrastare. RICORDIAMO ANCHE ALL’ON. BERSANI che il prossimo Governo dovrà attuare le deleghe della legge approvata . In quella occasione ed in quei momenti si potrebbe fare una seria riflessione sulla legge e sulle conseguenze pesanti su MIGLIAIA DI MILITARI , forse non sarà troppo complicato sia per la mancanza di un Ministro Ammiraglio che presidia commissioni e parlamento sia perché la POLITICA potrebbe e dovrebbe riprendere dignità di scelte che guardino al lavoro ed ai diritti anche dei MILITARI che sono parte reale del pubblico impiego. Qual'è il vero Bersani ? qual'è il vero PD ? quello che approva provvedimenti Finmeccanicistici licenziano 40 mila militari o il Bersani della campagna elettorale che COMUNQUE parla di lavoro e diritti SENZA  citare i LAVORATORI  MILITARI ?
Sarà solo VOLONTA POLITICA e la politica può rivedere scelte sbagliate. Ci Chiediamo oggi se l’ On. Bersani conosceva le tante iniziative attuate contro il provvedimento o  abbia mai letto le migliaia di mail che gli inviammo, dopo averne mandate altrettante alle Commissioni DIFESA di Camera  e Senato ed a tutti i Capigruppo del Parlamento, con il seguente appello che è rimasto inascoltato e se ha mai saputo o seguito tutte le iniziative fatte per contrastare.Oggetto: Militari contro il ddl revisione strumento militare; A On Bersani e On. Franceschini   Da mesi, anche Assodipro , Associazione di cittadini e militari , supportata da migliaia di militari , cittadini iscritti, simpatizzanti e sulla rete, si oppone alla Revisione dello Strumento Militare così come scritta dal Ministro Di Paola . Ora, visto il momento politico, con l’astensione del PDL su tutti i provvedimenti , La RESPONSABILITA' del voto sul DDL Revisione dello Strumento Militare ricadrebbe solo sul PD e sul segretario Bersani . Proponiamo al PD un gesto di sano realismo politico, NON solo di far attuare la delega al prossimo Governo e Parlamento ma di NON assumersi la responsabilità di far passare una legge che potrebbe essere rielaborata dal prossimo governo politico . Sarebbe un grande gesto di sano realismo politico che potrebbe essere apprezzato da migliaia di militari contrari al testo . Le cronache parlamentari riguardanti la legge si trovano nelle pagine del nostro sito, ricordiamo solo alcune dichiarazioni sulla legge ed alcune agenzie:GIANFRANCO PAGLIA. FLI   Noi della Commissione difesa siamo stati definiti dei soldatini, degli yes man al comando del Ministro Di Paola … Io lo dico da soldato, non da deputato. Per quanto mi riguarda, preferisco avere un soldato in meno ma preferisco avere un  F-35 in più  FRANCESCO BOSI UDC ( dirigente pubblico )… Vogliamo anche che siano Forze armate nelle quali imezzi, vale a dire gli investimenti, NON  calino ! FRANCO GIDONI  Lega Nord ( Ingegnere Idraulico )a Lega Nord Padania aveva presentato una propria proposta di legge, la n. 4740, che è stata abbinata al disegno di legge governativo, e uno dei punti salienti della nostra proposta di legge era che fosse possibile comunque ridurre le piante organiche dell'Esercito a 100 mila unità !!!!!!.  la lega Nord avrebbe voluto “ addirittura “ tagli di PERSONALE MILITARE “ ancor più pesanti. ANTONIO RUGGHIA PD ( Insegnante scuola superiore ) Signor Presidente, signorMinistro, abbiamo condiviso le scelte di fondo che hanno portato il Governo a presentare il disegno di legge delega di revisione dello strumento militare… la riduzione a 150 mila unità del personalemilitare dagli attuali 183 mila, e a 20 mila di personale civile dagli attuali 30 mila, da raggiungere gradualmente entro l'anno 2024, è la condizione dolorosa ma necessaria. Convintamente favorevoli, tra i tanti, anche l’ On.  DOMENICO SCILIPOTI Popolo e Territorio … Candidato ancora alle prossime elezioni con il PDL in Calabria  e l’On. FILIPPO ASCIERTO PDL.  AUGUSTO DI STANISLAO IDV :” Penso che, rispetto al personale, abbiamo perso unagrande occasione per restituire dignità e credibilità e anche e soprattutto per dare prospettiva alle loro professionalità e anche e soprattutto alle loro famiglie, perché di questo anche parliamo… Signori del Parlamento, vi hanno «rubato», con questo provvedimento, le prerogative singole e di parte, a livello politico e istituzionale. Ma può essere che non riuscite a capire nemmeno questo? Ma veramente nemmeno questo si riesce a capire? Io credo che ogni provvedimento debba avere, come dire, la giustezza e la dignità di provvedimento che è conosciuto e consonoper tutti, e non solo per qualcuno…. L'equazione è semplice: tagliare il personale per comprare gli F-35″.  MAURIZIO TURCO. Radicali : “mettiamo su un piatto della bilancia alcune decinedi migliaia di persone per fare cosa? Per risparmiare e rientrare in minima parte nel debito pubblico? No, per acquistare sistemi d'arma. E cosa dobbiamo fare di questi sistemi d'arma?”  Inascoltate le Rappresentanze dei Militari che comunque sono state prevalentemente passive ed in gran parte allineate agli “ ordini del Ministro Ammiraglio “ nel subire il provvedimento NON rappresentando compiutamente il personale in un comunicato stampa scrissero : “  I COCER DELL' ESERCITO ITALIANO , DELLA MARINA MILITARE E DELL' AERONAUTICA MILITARE CONGIUNTAMENTE ED ALL' UNISONO CHIEDONO AGRAN VOCE AL PARLAMENTO DI FERMARE L' APPROVAZIONE DEL DDL A.C. 5569RELATIVO ALLA RIFORMA DELLO STRUMENTO MILITARE NAZIONALE. DETERMINEREBBE UNICAMENTE UNO SPOSTAMENTO DI INGENTI RISORSE ( A REGIME TRE MILIARDI DI EURO) DALLE SPESE PER IL PERSONALE ALL' INVESTIMENTO, CAUSEREBBE ESODI FORZOSI PER ILPERSONALE IN SERVIZIO, PENALIZZEREBBE LE CARRIERE DEI VARI RUOLI E AMPLIFICHEREBBE IL PRECARIATO TRA I VOLONTARI.  (www.militariassodipro.org), visto che il ddl prevede migliaia di esuberi e nessuno ha chiesto il loro parere (ieri hanno manifestato davanti al parlamento con un SIT – IN organizzato dall’ Associazione ASSODIPRO )(AGENPARL) – Roma, 05 dic  Mentre è in dirittura d'arrivo il ddl governativo 5569 di delega per la revisione dello strumento militare nazionale, i militari si mobilitano contro questi provvedimenti che giudicano “pesanti e penalizzanti”.  Il combinato disposto di provvedimenti di legge come la spending review – che taglia subito 13mila militari – e la riforma dello strumento militare che nell'arco di dieci anni arriva a sfoltire i ranghi di altri 40mila (compreso il personale civile dipendente dalla Difesa) 28 novembre : Flavio Lotti coordinatore della Tavola della pace,dichiara : “il Senato ha modificato questo provvedimento impedendo ai generali di trasformarsi in mercanti d'armi e aumentando il controllo parlamentare sugli arsenali. Ma non basta“. Questo disegno di legge, secondo l'organizzazione, “taglia il personale per comperare i cacciabombardieri F35 e altre armi; trasforma le Forze Armate in uno strumento da guerra ad alta intensità incompatibile con l'articolo 11 della Costituzione”.
6 novembre, Ministro Di Paola al Senato : “ Parlando di Finmeccanica …Questa realtà tecnologica e industriale, importantissima anche per l'occupazione e la crescita a cui contribuisce, deve essere sostenuta con investimenti appropriati e collaborazioni internazionali importanti, in particolare nel quadro europeo….Però il fattore tempo è decisivo. La legislatura si avvia al termine e il percorso di questa legge delega prevede, dopo il Senato, il passaggio alla Camera. Ne auspico, quindi, una rapida approvazione…..(Applausi dai Gruppi PdL e PD)”.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.