BLOCCO CONTRATTO STATALI. Botta risposta sindacati-Ministro, per il Ministro D’Alia ed il Governo i contratti devono rimanere BLOCCATI – Sindacati IN PIAZZA: "Basta chiacchiere"

Ancora un botta e risposta tra sindacati e ministro D'Alia sul nodo dei contratti del pubblico impiego. i sindacati di categoria hanno chiesto in una nota congiunta che “la Commissione Lavoro della Camera esprima parere negativo in merito al prolungamento del blocco dei contratti e delle retribuzioni nel lavoro pubblico. Sarebbe inaccettabile”. “Non è pensabile che lavoratrici e lavoratori già fortemente penalizzati sul piano economico siano chiamati ad ulteriori sacrifici. Vogliamo un contratto vero che rinnovi la parte normativa e sostenga le retribuzioni dei dipendenti pubblici – aggiungono i quattro segretari generali – soprattutto se, in una fase di austerità e di ottusi tagli lineari, è ai lavoratori che si chiedono sforzi per modernizzare
le pubbliche amministrazioni e aiutare il Paese nella ripresa”. “Il contratto è un diritto e – concludono Dettori, Faverin, Torluccio e Attili – speriamo che almeno la Commissione Lavoro riesca a farsi carico di ricordarlo al Parlamento e al Governo”. 
Ma netta la risposta del ministro della Pa, Gianpiero D'Alia. “Penso che dal punto di vista economico non ci siano le condizioni per reperire i 7 miliardi di euro necessari per rifinanziare il rinnovo contrattuale di tre anni per i dipendenti della pubblica amministrazione”. Invece il ministro sottolinea come ci siano “le condizioni per riaprire le relazioni sindacali per la parte normativa del contratto, che non può essere soggetta a blocco”. 
Sul Parere delle Commissioni i Sindacati affermano :  “Il parere delle Commissioni Lavoro e Affari Costituzionali della Camera sullo schema di Dpr che contiene le norme sulla contrattazione nel pubblico impiego fissa principi importanti e richiama il Governo alla ripresa immediata della trattativa. Peccato che, nel riconoscere la giustezza delle nostre richieste sul rinnovo dei contratti, le commissioni abbiano comunque espresso parere positivo sul blocco, non riconoscendo di fatto alle lavoratrici e i lavoratori quello che viene riconosciuto come un loro diritto”. Questo il contenuto di una nota congiunta di Rossana Dettori, Giovanni Faverin, Giovanni Torluccio e Benedetto Attili – segretari generali di Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl e Uil-Pa – all’indomani del parere espresso dalle Commissioni I e XI della Camera dei Deputati. “Le commissioni parlamentari, e questa ci sembra la parte più interessante del pronunciamento, impegnano il Governo a riprendere subito la contrattazione collettiva. L’esecutivo riapra subito il tavolo sui contratti. I lavoratori – concludono Dettori, Faverin, Torluccio e Attili – hanno diritto a un rinnovo del contratto di lavoro, tanto della sua parte normativa quanto di quella economica”. 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.