Cacciabombardiere F-35: bocciato negli Stati Uniti d`America, mentre in Italia si tagliano 40 mila posti di lavoro nella Difesa per comprarne 90 . “ Corruzione della politica Italiota ? “

CACCIABOMBARDIERE F 35: BOCCIATO NEGLI STATI UNITI D`AMERICA. UN ALTRO SPERPERO DI DENARO PUBBLICO IN ITALIA. C`È` CORRUZIONE AL GOVERNO E IN PARLAMENTO?  
di Gianni Lannes Pubblicato da  PentothaI.it  il 3 settembre 2013 :” I politicanti tricolore forse non hanno letto l`ultimo rapporto del GAO (Government Accountability Office), ovvero la Corte dei conti nordamericana sul programma F-35 Joint Strike Fighter, pubblicato il 20 marzo 2012
O forse lo hanno volutamente ignorato, come hanno fatto i mass media d`Italia (carta stampata e tv). 
Magari i parassiti al vertice delle istituzioni per conto terzi ignorano la lingua inglese
Nel rapporto è scritto a chiare lettere che i nuovi cacciabombardieri (di cui l`Italia vuole comprare 90 unità a un costo di almeno – attualmente – 10 miliardi di euro) sono gravemente difettosi e richiederanno modifiche progettuali che ne faranno lievitare ulteriormente i costi. Dalla lettura del dettagliato documento del GAO emerge chiaramente che il Governo USA, e gli alleati (Italia compresa), stanno gettando ingenti quantità di denaro pubblico in un pozzo senza fondo per delle macchine da guerra che ancora non funzionano perché non collaudate.  
Ecco qualche stralcio illuminato, pardon, illuminante: «Lo sviluppo dei sistemi che garantiscono la capacità di combattimento del Joint Strike Fighter rimane in ritardo e a rischio: ad oggi – si legge nel documento – solo il 4 percento dei requisiti sono stati verificati (…). I caschi dei piloti con i display integrati si sono rivelati il problema più rischioso (…). Altri problemi ci sono con i radar, con il processore integrato, con gli equipaggiamenti di comunicazione e navigazione e con le capacità di guerra elettronica” (…). Lo scorso ottobre i collaudatori hanno denunciato problemi anche con il sistema di visione notturna e con la manovrabilità del velivolo e in generale una scarsa affidabilità. Lo sviluppo del software di bordo, il più complesso mai realizzato, sta prendendo più tempo del previsto e pone rischi tecnici significativi (…). La variante del velivolo per le portaerei non si è dimostrata adatta all`imbarco per problemi con l`uncino di coda, richiedendo una riprogettazione” (…). “Vanno ancora fatti i collaudi sul volo a bassa quota, sul funzionamento dei sistemi d`arma e di attacco in picchiata e potrebbero riservare altre sorprese». Il rapporto spiega come le modifiche resesi necessario finora per «rimediare alle deficienze emerse nel corso dei collaudi» abbiano già fatto raddoppiare dal 2001 a oggi il costo complessivo del programma (da 183 a 312 miliardi di euro) e di ogni singolo aereo (da 63 a 127 milioni di euro): ma il peggio, lascia intendere il Gao, deve ancora venire. «Il numero di modifiche al programma rimarrà molto elevato fino al 2019 (…). Con il passaggio alla fase di sviluppo dei software più complessi e delle capacità avanzate, il Jsf presenterà problemi costosi. Con la maggior parte dei collaudi di volo ancora da fare, il programma subirà ancora molte revisioni progettuali e continue modifiche del processo produttivo (…) con prevedibile ulteriore crescita dei costi». Infatti: «II numero di modifiche al programma rimarrà molto elevato fino al 2019 (…). Con il passaggio alla fase di sviluppo dei software più complessi e delle capacità avanzate, il Jsf presenterà problemi costosi. Con la maggior parte dei collaudi di volo ancora da fare, il programma subirà ancora molte revisioni progettuali e continue modifiche del processo  produttivo (…) con prevedibile e ulteriore crescita di costi. ti».
 Un altro caso di corruzione della casta politica italiota, come negli anni `70 per l`Hercules C 130 ? Possibile che il capo supremo dello Stato, Giorgio Napolitano lasci correre impunemente?  Singolare coincidenza: di mezzo c`è ieri come allora, la Lockheed Martin. 
Do you remember? Cumshaws? Bustarelle? «Dal `70 al `74 abbiamo speso tré miliardi per corrompere politici e funzionari  pubblici italiani, per convincerli ad accettare gli Hercules» ebbe a dichiarare pubblicamente il presidente della Lockheed, Daniel J. Haughton. All`epoca la storia della corruzione fu spiegata al sottocomitato del senato USA dal vice presidente del consiglio d`amministrazione, tale Archiba Karl Kotchian. Il resto della vicenda è riassunto nel rapporto Church”. 
 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.