Errore sul database di WordPress: [Disk full (/tmp/#sql_354b2_2.MAI); waiting for someone to free some space... (errno: 28 "No space left on device")]
SELECT t.*, tt.*, tr.object_id FROM wp_terms AS t INNER JOIN wp_term_taxonomy AS tt ON t.term_id = tt.term_id INNER JOIN wp_term_relationships AS tr ON tr.term_taxonomy_id = tt.term_taxonomy_id WHERE tt.taxonomy IN ('category', 'post_tag', 'post_format') AND tr.object_id IN (2825) ORDER BY t.name ASC

Comitato Militari Assodipro partecipa al SIT IN ” RIORDINO SI MA NON COSI’ “con i sindacati Mercoledì 15 Marzo Piazza Montecitorio ore 14.30 – AS.SO.DI.PRO.

Comitato Militari Assodipro partecipa al SIT IN ” RIORDINO SI MA NON COSI’ “con i sindacati Mercoledì 15 Marzo Piazza Montecitorio ore 14.30

Errore sul database di WordPress: [Disk full (/tmp/#sql_354b2_2.MAI); waiting for someone to free some space... (errno: 28 "No space left on device")]
SELECT wp_posts.* FROM wp_posts INNER JOIN wp_postmeta ON ( wp_posts.ID = wp_postmeta.post_id ) WHERE 1=1 AND ( ( wp_postmeta.meta_key = '_wpipa_position' AND wp_postmeta.meta_value LIKE '%before\\_content%' ) ) AND wp_posts.post_type = 'mts_ad' AND ((wp_posts.post_status = 'publish')) GROUP BY wp_posts.ID ORDER BY wp_posts.post_date DESC

Errore sul database di WordPress: [Disk full (/tmp/#sql_354b2_2.MAI); waiting for someone to free some space... (errno: 28 "No space left on device")]
SELECT wp_posts.* FROM wp_posts INNER JOIN wp_postmeta ON ( wp_posts.ID = wp_postmeta.post_id ) WHERE 1=1 AND ( ( wp_postmeta.meta_key = '_wpipa_position' AND wp_postmeta.meta_value LIKE '%after\\_content%' ) ) AND wp_posts.post_type = 'mts_ad' AND ((wp_posts.post_status = 'publish')) GROUP BY wp_posts.ID ORDER BY wp_posts.post_date DESC

Manifestare è democrazia e, liberi dal servizio è possibile farlo. Possiamo partecipare, INSIEME AL COMITATO MILITARI ASSODIPRO NO a questo riordino,al presidio dei sindacati che si terrà il 15 Marzo a Roma che ha per titolo “ RIORDINO SI MA NON COSI’, per dire che questo riordino non va bene così come scritto” .

 Riordino o ulteriore disordine?

Presidio del 15 marzo ore 14.30 in Piazza Montecitorio insieme ai sindacati di polizia – A cura di comitato Militari Assodipro “NO a questo Riordino”

Vent’anni di mortificazioni e di battaglie per far comprendere alla politica e alle amministrazioni il disagio del personale, improvvisamente, quando si riaprì lo spiraglio del riordino si  sperava che potesse ridare dignità ai colleghi maltrattati dall’ultimo analogo provvedimento del 1995.

Nel giro di poco tempo abbiamo compreso che le speranze sarebbero state fortemente deluse. Non potevamo credere ai nostri occhi quando, nonostante il parere del Consiglio di Stato n. 1183 del 12 maggio 2016 che invitava il Governo a modificare l’art. 19 comma 1 dello schema di decreto affinché si aggiungessero le seguenti parole “con esclusione del personale direttivo e dirigente delle Forze Armate e delle Forze di polizia”, abbiamo visto che i fondi per il riordino non solo sarebbero stati destinati anche al personale direttivo e dirigente, ma che addirittura avrebbero percepito il maggior aumento procapite ancora una volta, e lo stesso assorbe, mentre si da di meno ai gradi di base, una buona fetta di risorse annuali dove per l’1% del personale dirigente si spendono l’11% delle risorse.

Questa riordino non va bene così e siamo tutt’altro che “ molto soddisfatti”, come si dichiarano i CoCeR, prorogati per 2 anni in un mandato che durerà 6 anni invece di 4, a detta del Ministro Difesa, perché:

1.Non prevede un adeguato ristoro economico per chi veramente ha subito danni economici e di carriera dal riordino del 1995 e non potranno raggiungere il grado o la qualifica apicale, mentre si danno bonus economici incomprensibili agli attuali  gradi apicali che lo sono da anni ;

  1. Aggiunge inutili gradi nel profilo di carriera degli ispettori/marescialli;
  2. Aumenta di circa 9000 unità i dirigenti delle FF.PP. e FF.AA. con relativo trattamento economico;
  3. Taglia le ali agli ispettori/marescialli in attesa di trasferimento che vedranno occupare l’eventuale posizione organica a loro destinata da un arruolato 958/86 giunto nel nuovo ruolo e non trasferito.
  4. Prevede a regime per i marescialli aiutanti il possesso della laurea, stesso titolo chiesto ai dirigenti;
  5. Perdita degli 80 € (fino ad ora non destinate ai dirigenti ed assimilati) per i redditi sopra i 28.000 €, mentre era stato detto che sarebbero stati stabilizzati, invece finiscono nel calderone delle risorse per il riordino ;
  6. Personale che già aveva raggiunto il grado apicale dopo l’allungamento della carriera sarà sottoposto ad una nuova ed ulteriore promozione a scelta;
  7. A fronte degli 80 € persi si avrà un aumento procapite medio per i non dirigenti di circa 40/50 € ,con i gradi di base che prenderanno anche meno.
  8. Preclusione per i sergenti non arruolati con la 958/86 al concorsone previsto per il passaggio al ruolo Marescialli;
  9. Appiattimento di tutti i ruoli;
  10. Mancanza di un transitorio per i sergenti anziani non arruolati con la legge 958/86
  11. Reimpiego per graduati se vincitori di concorso per sergente;
  12. Limiti di età per concorsi interni;
  13. Necessità di prevedere un assegno di disoccupazione per il personale che non transiterà in servizio permanente;

In concreto, segnalando alcuni punti, questo provvedimento non solo non sana le problematiche stagnanti, ma addirittura se ne potrebbero aggiungerne delle altre, nella sua generale iniquità in tutti i ruoli e con ingabbiamento, verso il grado apicale, di molti marescialli.  

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.