DIFESA:LA RUSSA IN ISRAELE PER STUDIARE SICUREZZA FORZE ARMATE

(AGI) – Tel Aviv, 17 nov. – “E’ stato un incontro cordiale, ma anche molto importante sul piano della collaborazione industriale nel settore della Difesa. Sono molto interessato alle attrezzature per neutralizzare gli ordigni esplosivi improvvisati, agli aerei senza pilota e altre occasioni di attivita’ comuni che possono essere sviluppate”.
 Cosi’ il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, al termine del suo incontro, a Tel Aviv, con il ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak. “Con Israele – ha spiegato La Russa – abbiamo gia’ un grande scambio e sicuramente la loro esperienza e’ la ragione principale della mia visita in Israele, insieme a quella di rinsaldare il processo di pace. Siamo interessati a tutto cio’ che puo’ essere d’aiuto alla sicurezza delle nostre Forze armate in Afghanistan e ovunque nel mondo”.
Proprio sul processo di pace con i palestinesi, La Russa ha affermato che nell’incontro con Barak si e’ rinsaldato il convincimento reciproco che “occorra non lasciare nulla di intentato per la pace in Medio Oriente e in quest’area cosi’ difficile. Insomma, il processo di pace non e’ interrotto”. Barak, dal canto suo, si e’ dichiarato molto soddisfatto dei rapporti bilaterali con l’Italia e ha auspicato un approfondimento delle relazioni anche nel futuro, soprattutto per quel che riguarda il “Mare Nostrum”.
“Credo – ha detto Barak ai giornalisti italiani – che Israele sia forte e piu’ sicura di se, molto piu’ di prima. Puo’ offrire la mano per avviare negoziati con i suoi vicini e siamo contenti che l’Italia e il governo Berlusconi, tra le nazioni leader in Europa, supporti Israele in tutti i fori internazionali”. (AGI)

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.