ESERCITO ITALIANO – INCREDIBILE CENSURA E INTERFERENZA DEMOCRATICA del Com. del COIR CONFOTER Gen Primicerj; Vieta la divulgazione della delibera che chiede diritti associativi/sindacali

Assodipro Roma
PIUTTOSTO CHE CERCARE, in modo grossolano e molto poco democratico, come avviene periodicamente, di REPRIMERE LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE PREVISTA NELLA COSTITUZIONE per TUTTI
Si Rispettino le SENTENZE DELLA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI .
Il 4 febbraio 2015 il Co.I.R. affiancato al comando delle forze terrestri dell'esercito italiano  delibera , DEMOCRATICAMENTE , LIBERAMENTE E CON Spirito Rappresentativo ( cosa diversa da troppi che fanno della Rappresentanza un SINDACATO GIALLO ) e secondo le regole , di esprimere parere favorevole alle sole proposte di legge che riconoscono il diritto di associazione ed i diritti sindacali al personale militare;  
il comandante  – Gen. Primicerj ( in foto ) non  autorizza la pubblicazione della delibera in argomento in quanto la stessa «non è aderente al dettato normativo ed esula dalle competenze di codesto Consiglio
(!)

Interpellanza dell'on. Renata Polverini(FI) al Ministro della Difesa. TESTO ATTO Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-08704 presentato da POLVERINI Renata testo di Mercoledì 8 aprile 2015, seduta n. 404 POLVERINI. — Al Ministro della difesa. — Per sapere – premesso che: presso la IV Commissione Difesa sono in discussione diversi progetti di legge inerenti la riforma della rappresentanza militare e/o il riconoscimento dei diritti sindacali ai lavoratori militari; nella prima fase dei lavori parlamentari sono già stati auditi i Co.Ce.R. delle quattro Forze armate e della Guardia di finanza unitamente ad una delegazione dei Co.I.R. confluenti; concluso il primo ciclo di audizioni sono stati presentati ulteriori progetti di legge e la Commissione ha ritenuto opportuno audire anche professori di diritto internazionale per valutare l'impatto sull'ordinamento italiano delle recenti sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo che hanno imposto alla Francia di adeguare la propria legislazione rimuovendo il divieto di associazione professionale per i militari; tutti i progetti di legge presentati sono all'attenzione delle rappresentanze militari per il parere previsto ai sensi dell'articolo 1478 del decreto legislativo n. 66 del 2010 e dell'articolo 879 del decreto del Presidente della Repubblica n. 90 del 2010; il 4 febbraio 2015 il Co.I.R. affiancato al comando delle forze terrestri dell'esercito italiano ha deliberato di esprimere parere favorevole alle sole proposte di legge che riconoscono il diritto di associazione ed i diritti sindacali al personale militare; in data 26 febbraio 2015 il comandante del comando forze terrestri generale A. Alberto Primicerj non ha autorizzato la pubblicazione della delibera in argomento in quanto la stessa «non è aderente al dettato normativo ed esula dalle competenze di codesto Consiglio (articolo 1478 del decreto legislativo n. 66 del 2010); a parere dell'interrogante il diniego alla pubblicazione della delibera in rassegna non risulta giustificato dalla normativa richiamata (articolo 1478 del decreto legislativo n. 66 del 2010), tanto, che proprio in forza della medesima disposizione normativa, le rappresentanze militari sano state adite in Commissione ed hanno deliberato in materia –: quali iniziative intenda intraprendere al fine di rimuovere l'ingiustificato diniego in parola e favorire la libertà di espressione e di pensiero della rappresentanza militare. (4-08704)

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.