GENERALE GEROMETTA: STRATEGIE INADATTE E INEFFICACI

AS.SO.DI.PRO.  dal primo giorno in cui è apparsa la “ revisione dello strumento militare “ del Ministro Di Paola  e dalla quale è diretta discendenza la “ spendine review “ approvata, ha detto NO in modo forte e chiaro . Un NO che contesta il merito ed il metodo di provvedimenti che tagliano complessivamente 30mila Militari e 9mila dipendenti civili della Difesa con lo scopo dichiarato ed unico di recuperare risorse per esercizio ed armamenti. Taglio di uomini/persone/posti di lavoro nel preminente interesse di finmeccanica e lobby collegate. 
Taglio di 30mila militari (19mila solo con la spending review) sommati  a chiusure ed accorpamento di Enti con tutti i problemi economici-sociali-familiari-pensionistici derivanti. Senza parlare di come si possono sentire coloro “ scaricati “ per legge e per quello scritto sopra. NO in modo forte e chiaro, si dirà anche in un documento comune tra Militari Europei.  I dipendenti pubblici , ovviamente Militari compresi, in quanto parte del pubblico impiego, hanno GIA’ DATO  pagando una crisi creata da quelli che ora impongono regole soffocanti a nazioni intere. 
Hanno pagato e stanno pagando anche con la pesante diminuzione del reddito reale data dal blocco dei contratti sommato all’aumento di prezzi/tariffe/servizi .
L’ultimo calcolo della cgia parla di  2300 euro in più di costi medi per famiglia rispetto allo scorso anno. E ora si vorrebbero pre-pensionare / esuberare creando comunque una penalizzazione economica ? 
I pensionamenti NON si impongono con esuberi tirati fuori dal cilindro negli ultimi mesi dal solerte Ministro Ammiraglio . Le persone NON si scaricano per legge tanto più i Militari che lei dichiara “ specifici “ sulla base di una legge ( specificità ) che, per quanto disapplicata potrebbe essere chiamata “ legge truffa per i militari “. Risorse per esercizio ed armamenti si trovino in altri modi : facendo pagare chi ha di più; tagliando gli altissimi costi della politica, della corruzione, dell’evasione o rivedendo in parte certi grandi  programmi di spese. 
Il NO di ASSODIPRO  non rimarrà solo sulla carta , sapremo rappresentare, per la nostra parte, il comparto difesa ed il personale nei modi consentiti dalla Costituzione a similitudine di quanto fece i movimento dei militari democratici.   Il 22 Agosto il presidente del CoCeR comparto difesa Gen. Gerometta , uscendo da un silenzio imbarazzante durato moltissimi giorni e durante il quale è stata approvata la Spending review al Senato e , poi definitivamente , il 7 Agosto alla Camera con il taglio programmato di 19mila miltari e 3000 civili in tre anni, ha rilasciato un comunicato stampa all’ANSA.  ( VEDI ALLEGATO ).   
Il Massimo vertice della Rappresentanza  comparto difesa ( EI-AM-MM ) tale  in quanto il più alto in grado in una organizzazione da  riformare profondamente e rapidamente dice, mentre noi Associazione e con la base dei militari ne parliamo da 2 mesi e ci prepariamo a contrastarla concretamente, che “…La preoccupazione per i tagli alla Difesa, con una possibile riduzione di 19.000 unità delle Forze Armate, è alta…..”   Perbacco Generale , più che possibile riduzione è una legge scritta ! vi cominciate a preoccupare ORA ? E mentre la scrivevano lei ed i CoCeR assistevaTE senza battere ciglio tranne che  con un comunicato supplicante , inefficace , senza esiti/effetti e con tante ASSENZE , ad oggi ancora ingiustificate, usando toni vecchi e consumati (VEDI ALLEGATO).   Avete assistito al dibattito nelle commissioni, alla presentazione degli emendamenti senza neanche attivarvi per INFORMARE  i Militari delle basi.  
A quello ci abbiamo pensato e stiamo  pensando anche NOI con grande impegno e fatica mentre molti ancora ignorano la portata e gli effetti dei provvedimenti e questo è totalmente ingiusto ed è colpa esclusivamente vostra e di chi vuol far regnare la disinformazione distribuendo solo briciole e le classiche voci da radio naja vecchia e gracchiante . Gli stessi delegati dei CoCeR ( Marescialli ) non hanno risposto a precise domande sulla spending review dimostrando , probabilmente di ignorarla , di non conoscerla bene o, magari, di sottovalutarla  ! Comunque dimostrando DI NON ESSERE CAPACI DI CONFRONTARSI . Se i delegati CoCeR ( Marescialli ) non sono particolarmente attenti o sensibili. Se subiscono troppo l’influenza del teorema dei comunicati condivisi da “ pensiero unico e comune “ . Se hanno ritenuto di andare in ferie mentre si approvava definitivamente la spending NON facendo neanche il minimo sindacale di Informare la base. 
SE gli stessi delegati subiscono troppo la gerarchizzazione della R.M. , ancor più accentuata a livello centrale. Il loro pensiero NON corrisponde esattamente a quelli che operano nelle basi e sono raggiunti comunque anche dall’informazione di colleghi interessati alla tutela ed ai diritti collettivi. . Cari Delegati Centrali, Se considerate la spending review un provvedimento “ ineludibile ed inevitabile “ pensando di agire solo sui decreti attuativi la maggioranza lo ritiene un grave errore e può sentirvi lontani ed isolati nei grandi palazzi come pulcini bisognosi di chioccie, non potendosi sentire rappresentata da quanto NON state facendo, dalle vostre assenze e dalla vostra NON informazione su spendine review e revisione dello strumento militare .   Agire , o cercare di farlo,  SOLO sui decreti attuativi ed a legge approvata ?   
CARO GENERALE è una strategia Inadatta ed Inefficace.   E’ accettare la sconfitta senza difesa. E’ come farsi travolgere dal “ nemico “  e poi trattare la resa da sconfitti ! Almeno bisognerebbe provare a respingere il nemico per  contrattare in modo dignitoso. Ma questo nella sua inefficace strategia NON è previsto in quanto lei Ri-afferma che : “….la Rappresentanza Militare non è stata assolutamente coinvolta nè‚ ascoltata al riguardo Ciò lo consideriamo una imperdonabile mancanza di sensibilità politica nei confronti di servitori dello Stato..”  NEGLI ULTIMI 5 anni numerose leggi penalizzanti per il comparto , accompagnate da tagli, sono state fatte senza coinvolgere una rappresentanza resa totalmente inefficace anche da TROPPI che l’hanno interpretata da inefficaci ! Oggi l’inefficacia si accompagna ad una passività imbarazzante. PERCHE’ avete fatto scorrere fino all’approvazione e  senza un fiato la spendìng review ? E accaduto anche con la spendine review e sta accadendo con la pesantissima revisione dello strumento militare in discussione al Senato che è stata appoggiata da QUASI tutti i vertici ! LEI, GEN. GEROMETTA, presta la sua altissima opera e professionalità negli stessi palazzi di vertice che appoggiano anche tagli e provvedimenti MAI visti nella storia. Mai consultata e informata la rappresentanza;  Ci sarebbe ancora tempo per opporsi a tagli di persone e prepensionamenti e tutto quello che ne consegue prima di sperare di andare al tavolo dei decreti. C’è da sperare vivamente che; prima arriva un Ministro Politico meglio è ! le leggi non si fanno e applicano come ordini e direttive. Mai consultata la R.M. –  SE ACCADE ancora e se si và al tavolo dei decreti senza il ruolo negoziale, come è altamente probabile, cosa si fa  ? un altro comunicato usando i termini logori da anni “ Rammaricati, Mortificati, Delusi e bla  bla accettando di essere travolti?  
CARO GENERALE GEROMETTA ; il tutto accade mentre risulta che ha Lei ha dato molto fastidio e pare che LEI abbia messo in discussione un DIRITTO COSTITUZIONALE come  la libertà di Espressione ( caso Foti ) quando è stato fatto, in modo legittimo un altro comunicato stampa che conteneva ben altre considerazioni sui provvedimenti ai quali ci riferiamo; tipo : “….con la conversione in legge del decreto legge nr.95/2012 c.d. “spending review” vengono sanciti definitivamente i criteri di prossima alienazione di buona parte del personale delle Forze Armate…..- “..  “…discrimina gli appartenenti al ruolo Marescialli, relativamente ai progettati collocamenti in a.r.q., che non possono essere considerati da rottamare……” …. “ … mina seriamente la serenità e la tranquillità del personale in servizio di tutte le categorie che vede delinearsi un futuro irto di difficoltà economiche e di incertezze introdotte dalla spending review…. – “Il Governo riduca in maniera drastica i costi della politica e lo stipendificio ed i privilegi della casta politica, da cui forse, eccessivamente dipendente……  (VEDI ALLEGATO) . 
Ecco,  Generale GEROMETTA… LE PAROLE sopra hanno uno SPIRITO SINDACALE, le parole sopra , a differenza di altri comunicati , anche del suo, sono sentite e possono essere in gran parte condivise, sono parole che Rappresentano , sono anche pensieri comuni espressi da ASSODIPRO da tempo.  Sono troppi anni che abbiamo di fronte Rappresentanza con strategie inadatte, inefficaci ed interpretate in modo esclusivamente subordinato. Davanti a tutto questo la nostra battaglia per i diritti Associativi e Sindacali splende ancor di più di una luce PURA , PROPRIA e GIUSTA.
C’è un giudice… anche a Strasburgo presso la Corte Europea nei Diritti dell’Uomo  !
 
…e per finire un'ultimo taglio, stavolta tocca alla mensa di Kabul
 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.