Governo: squadra che perde non si cambia e i temi rimangono sul tappeto. Difesa e Sicurezza,una priorità: Fare il CONTRATTO SUBITO dopo 7 anni di blocco. Riordino che cala dall’alto .

“ barattare un riordino indigesto con una altra proroga del mandato ? Non ci provate”. 

Assodipro Presidenza Nazionale   
Abbiamo un “ nuovo governo “, derivato dal motto “ squadra che perde non si cambia “. 
Gli spettatori – elettori hanno esonerato l’allenatore ma, caso unico nella storia, lo stesso allenatore ha partecipato alla scelta del suo successore imponendo schemi e formazione. 
L’allenatore esonerato ha, addirittura, imposto gli schemi, la formazione ed i ruoli chiave : il Bomber che doveva segnare rimane al suo posto anche se è record della classifica dei lisci ( vedi riforme ) ; Il portiere, tra i più battuti del campionato, rimane inamovibile ( vedi leggi sulla P.A. Bocciate ); L’esterno sinistro, dopo i danni prodotti sulla “fascia della sicurezza” viene spostato a destra anche se è mancino ! il regista occulto del centrocampo, forse grazie al “ capello disordinato “ continua a dirigere e relazionare al precedente allenatore. 
Al pubblico – elettore che osserva sconcertato , in attesa della fine del campionato per cominciarne uno nuovo con squadra- governo, allenatore- premier e società- parlamento  diversi, non rimane che guardare la faccia seria e non fanfaroneggiante di un “nuovo allenatore – premier” per chiedergli l’obiettivo minimo che è anche dovuto ad un pubblico – elettore – lavoratore che attende da 7 anni, e che ha appena bocciato e fatto dimettere un allenatore – premier che prometteva lo scudetto e si ritrova schemi bocciati , classifica da zona retrocessione ed esonerato a furor di pubblico, il CONTRATTO SI DEVE RINNOVARE SUBITO
Si, contratto subito, dopo un accordo cornice che va riempito di contenuti, presentato in modo ambiguo tre giorni prima del voto come se il contratto fosse stato fatto, bisogna far partire le procedure per il rinnovo vero dei contratti per Sicurezza e Difesa. 85 euro LORDI ( 52 netti ) , distribuiti A RATE in tre anni, dopo 7 anni di attesa e migliaia di euro di reddito perso, sono quasi un offesa ed andrebbero integrati, ma almeno se ne cominci a parlare ! 
E si chiarisca il nodo delle coperture per il triennio che, al momento, non sono garantite.
IL RIORDINO delle carriere : IN questi giorni  piovono dall’alto, con una forza gravitazionale verticistica impressionante e quasi mai vista, che schiaccia la base a terra, le proposte di RIORDINO ELABORATE SOLO DAI VERTICI . 
Dopo quello di Stato Maggiore Difesa è calato dall’alto quello del Comando Generale dei Carabinieri seguito da quello del Vertice della Guardia di Finanza. 
Questo si aggiunge a decine di bozze e proposte elaborate, fatte circolare e pubblicate, da una rappresentanza divisa, già prorogata di un anno oltre il normale mandato elettivo (!) senza potere e schiacciata. 
Bozze e proposte che invece di informare creano illusioni e incomprensioni in quanto scambiate per riordini in discussione o prossimi.
I Riordini calati dall'alto vengono dopo numerosi e roboanti comunicati di delegati o sezioni CoCeR nei quali , in riferimento ai riordini proposti dai vertici ,  si sono usati termini come “ riordino che non è accettabile se non vengono rispettate imprescindibili richieste…” … “ guerra dei poveri “ ….” Riordino iniquo “ … “ i marescialli rigettano il metodo ed il merito delle bozze calate dall’alto salvo poi vedere che le  imprescindibili richieste ecc. ecc.  NON vengono minimamente accettate nei riordini che calano dall’alto .   
QUINDI CHE SI FA’ si accetta il riordino imposto dalle forze gravitazionali di vertice ? vi rimangiate roboanti comunicati mentre la base si nutre di bozze senza valore che generano solo vane aspettative e illusioni ? e perché non rinviare il tutto ? si pensa, come qualcuno sussurra, di barattare un riordino con un'altra PROROGA DEL MANDATO della rappresentanza militare, CoCeR, in gran parte Sindacati Gialli, che scade nel 2017 per un ulteriore anno dopo lo scandaloso anno già concesso ? 
NON ci provate neanche , sarebbe una cosa vergognosa ! 
NON ci provate neanche sarebbe uno scandalo memorabile ed una figura meschina che combatteremo . 

Eliminate ogni dubbio su eventuali baratti tra un riordino che è solo un aumento parametrale e la  ” sistemazione grammaticale ” della dirigenza che passa “dall' omogeneizzazione stipendiale”, alla “dirigenzializzazione economica dal grado di maggiore”, raggiunto dopo 15 anni di servizio (13 di ruolo +2 di accademia). 
MENTRE alla base si da il nulla o briciole ! Tutti dirigenti, a prescindere da ruolo, posizione, comando, ufficio, ed alla base si aumenta il paramentro stipendiale di qualche euro mese. 
Ribadiamo che questo NON è un Riordino delle Carriere, è altro, è altra cosa, almeno chiamatelo in altro modo.   
Poi ci sono gli 80 Euro, già gli 80 euro concessi – elargiti NON in una concertazione o in un quadro di aumenti contrattuali certi e che sono serviti a rinviare il rinnovo del contratto, ma in un momento di emergenza sicurezza europea. Su quelli è già scritto, nella legge di stabilità che: “proroga del contributo straordinario di cui all'articolo 1, comma 972, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, con la disciplina e le modalità ivi previste.  QUINDI: NELLA LEGGE DI STABILITA’ SI SCRIVE CHE IL BONUS 80 EURO NON VIENE STABILIZZATO / tassato / pensionabile MA RIMANE CON LE STESSE MODALITA’ . COSA DICE L’ARTICOLO CITATO della precedente legge di stabilità: 972. Nelle more dell'attuazione della delega sulla revisione dei ruoli delle Forze di polizia, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e delle Forze armate e per il riconoscimento dell'impegno profuso al fine di fronteggiare le eccezionali esigenze di sicurezza nazionale, per l'anno 2016 al personale appartenente ai corpi di polizia, al Corpo nazionale dei vigili del fuoco e alle Forze armate non destinatario di un trattamento retributivo dirigenziale è riconosciuto un contributo straordinario pari a 960 euro su base annua, da corrispondere in quote di pari importo a partire dalla prima retribuzione utile e in relazione al periodo di servizio prestato nel corso dell'anno 2016. Il contributo non ha natura retributiva, non concorre alla formazione del reddito complessivo ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e dell'imposta regionale sulle attività produttive e non è assoggettato a contribuzione previdenziale e assistenziale”…. 
Il “ nuovo allenatore “ faccia quanto atteso e dovuto a migliaia di lavoratori cittadini in divisa e dipendenti pubblici. CONTRATTO SUBITO – Con serietà e ridando dignità alla concertazione. 
Confrontandosi dopo l’era degli slogan, delle battute e delle non verità. Almeno eviti la retrocessione. 
Comunque buon lavoro. Il pubblico segue dagli spalti senza perdere neanche un azione.  


Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.