I Poliziotti e Militari Colombiani nella marcia di protesta per i loro DIRITTI. Dopo la solidarietà di ASSODIPRO dall’ Italia, arriva quella di EuroCOP e EUROMIL .

 Juan Carlos Lugano Rizzo ci comunica che : I poliziotti e riservisti militari in Colombia hanno denunciato di fronte al mondo e prima ed ai  Sindacati e Associazioni d’'Europa, che i loro iscritti e partecipanti sono stati ingannati e Maltrados, hanno cercato di farli  desistere dal continuare la loro marcia per raggiungere Bogotà. Il colonnello della Polizia Nazionale della Colombia William Guevara, vice direttore della Sanità,  ha trattenuto i camminatori, con il pretesto di fornire aiuti Medici, Denunciano al governo della Colombia per il mondo, che non deve  succedere nulla ai loro colleghi che partecipano alla marcia.  
EUROCOP, la Confederazione europea di Polizia, e EUROMIL, Organizzazione delle associazioni militari, sono stati informati circa il corso del conflitto del lavoro tra il Governo della Colombia e pensionati del forze armate e della polizia. Per la seconda volta, questi ex militari e poliziotti hanno iniziato una marcia di trenta giorni per la capitale, Bogotà, per richiedere un miglioramento dei loro stipendi e benefici. La marcia è iniziata il 1 ° luglio 2013 in la città di Barranquilla e si prevede di terminare il 1 ° agosto 2013 alla Capitale dove ci sarà una manifestazione  sulla Plaza de Bolivar. I manifestanti chiedono il governo di pagare i propri debiti alla polizia e forze armate. Con questa dichiarazione comune, EUROCOP e EUROMIL chiedono al Governo Colombiano di trovare un accordo con i loro ex dipendenti. I dipendenti che, in attività di servizio,  hanno servito il loro paese e dei suoi cittadini, mettendo la propria salute e vivere in pericolo. I governi devono rispetto ai servitori dello stato  e devono trattarli con rispetto e dignità, anche quando non sono più in servizio attivo
EUROCOP e EUROMIL hanno invitato l'Unione europea a indagare su questo caso. 
EUROCOP e EUROMIL sono del parere che l'Unione europea dovrebbe sollecitare la Colombia  al fine  di garantire che i cittadini siano trattati correttamente e siano tutelati i loro  diritti umani e le libertà fondamentali, compreso il DIRITTO  di Sindacato.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.