L’ASSODIPRO IN CAMPO – SOS Amianto tante iniziative nei tribunali. Emergenza amianto, si muove la Sezione tarantina dell’Assodipro. Tramite il presidente Sergio Longo, l’Associazione solidarietà diritto e progresso, ha promosso diverse e numerose iniziative legali a tutela dei diritti degli iscritti e di tutti coloro i quali

Emergenza amianto, si muove la Sezione tarantina dell’Assodipro. Tramite il presidente Sergio Longo, l’Associazione solidarietà diritto e progresso, ha promosso diverse e numerose iniziative legali a tutela dei diritti degli iscritti e di tutti coloro i quali <hanno sofferto e soffrono – si legge in una nota dell’Assodipro – ancora oggi per i danni provocati dall’esposizione all’amianto.

Danni che a Taranto hanno provocato numerosi casi di malattie come asbestosi e mesotelioma pleurico.

Danni forse ancor più ingenti di quelli causati dall’inquinamento delle polveri industriali.

Assodipro ha incaricato i propri legali di promuovere azioni dirette al riconoscimento della perequazione dell’assegno vitalizio delle vittime del dovere a quello percepito dalle vittime del terrorismo. L’adeguamento dovrebbe incrementare l’assegno attribuito alle vittime del dovere di 241,77 euro mensili con arretrati, interessi e rivalutazione. <Il tribunale di Taranto, in funzione di giudice del lavoro – dichiara il presidente Assodipro Longo – si è già espresso favorevolmente in merito alla questione sancendo il sacrosanto diritto all’adeguamento.

Tramite i suoi legali, Cataldo Fornari, Maria Antonietta Belmonte e Daniela Maranò, l’Assodipro sta affrontando la disputa giudiziaria che verte sul riconoscimento dell’assegno vitalizio attribuito alle vittime del dovere anche ai familiari <che all’epoca della maturazione del diritto – sottolinea ancora la nota – non risultando essere conviventi a carico del militare esposto sono stati esclusi dai benefici>.

I ricorsi pendono davanti alla sezione Lavoro del Tribunale di Taranto.

L’Assodipro ha promosso cause di risarcimento del danno degli esposti all’amianto e degli eredi nei confronti del Ministero della Difesa. Si vuol accertare la mancata adozione <di adeguate misure a tutela della salute dei dipendenti>. Davanti alla magistratura competente, ricorda infine il Presidente Longo, pendono giudizi per il riconoscimento dello status di vittime del dovere <a tutti coloro i quali si sono visti negare il beneficio>.

L’invito è infine quello di mettersi in contatto con l’Assodipro ed è rivolto a tutti coloro i quali siano interessati a queste problematiche.

.:: Ritaglio del quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno del 10-05-2018


Per informazioni:

Sezione di Taranto
Via Genova, 44
74121 Taranto
Telefono: 099.2217828
Cellulare: 338/4930829
E-Mail: assodiprotaranto@gmail.com
Responsabile Sig. Sergio Longo
Orario Sezione: 09:00 – 12:00 il martedì e Venerdì
mercoledì pomeriggio su appuntamento

Related Posts

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.