MARIO MAURO MINISTRO DIFESA – AUGURI (!)

MARIO MAURO  Assume l’incarico di MINISTRO DIFESA IN UN MOMENTO DELICATO DI GRANDISSIME TRASFORMAZIONI IMPOSTE DAL MINISTRO TECNICO AMMIRAGLIO e votate con un Governo Monti politicamente dimissionario.  Grandi trasformazioni molto penalizzanti per il personale che non ha alcun ruolo negoziale né tutele . Grandi e IMPOSTE trasformazioni che generano molta preoccupazione in migliaia di militari che guardano a pesanti conseguenze economiche, sociali, lavorative e familiari.  LA REVISIONE DELLO STRUMENTO MILITARE VA RIVISTA profondamente con i decreti attuativi, tolti dalle mani dell’ Ammiraglio Di Paola con una grande opposizione di chi ha lottato contro il progetto che guarda esclusivamente a lobby economiche e lobby delle armi messe prima degli uomini,   che saranno emanati dal NUOVO GOVERNO .  Si abbandoni la strada delle riforme imposte e si percorra la strada della condivisione, concertazione, ascolto e  accordo con i lavoratori della DIFESA, anche con le loro Associazioni.   
Mario Walter Mauro (San Giovanni Rotondo24 luglio 1961) è un politico e accademico italiano, attuale Capogruppo al Senato della Repubblica di Scelta Civica per l'Italia e membro del gruppo di lavoro per le proposte programmatiche in materia istituzionale. È stato Vicepresidente del Parlamento europeo dal 2004 al 2009 e Capo della Delegazione del Popolo della Libertà nel Parlamento europeo dal2009 al 2013.  Si è laureato in filosofia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore, dove ha studiato nel Collegio Augustinianum. Membro del gruppo cattolicoComunione e Liberazione, è stato responsabile nazionale per la scuola e l'università di Forza Italia.  Mauro è stato eletto per la prima volta al Parlamento europeo nel 1999 tra le file di Forza Italia e si è iscritto al Gruppo del Partito Popolare Europeo. Rieletto sempre con Forza Italia per la seconda volta nel 2004, è stato uno dei 14 vicepresidenti del Parlamento europeo nella legislatura 2004-2009. Nel 2009 si ricandida nella lista del Popolo delle libertà e viene rieletto per la terza volta. È stato proposto dal Popolo della libertà come candidato alla Presidenza del Parlamento europeo per la prima parte della legislatura 2009-2014, ma non è stato eletto. Nel 2009 viene però nominato Capo della Delegazione del Popolo della Libertà al Parlamento europeo[1]. Dal 2009 al 2011 Mauro è stato rappresentante personale della presidenza dell'OSCE contro razzismoxenofobia e discriminazione, con particolare riferimento all'intolleranza e alla discriminazione dei cristiani e dei membri di altre religioni. Nel gennaio 2013 lascia il Popolo della Libertà ed aderisce alla nuova forza politica del Premier Mario MontiScelta Civica. Ecco la COMPOSIZIONE DEL NUOVO GOVERNO : Al ministero dell'Interno Angelino Alfano, che è anche vicepremier. All'economia Fabrizio Saccomanni, direttore generale di Bankitalia. Agli Esteri Emma Bonino. Alla Difesa Mario Mauro. Alla Giustizia Annamaria Cancellieri. Agli affari europei Enzo Moavero. Affari regionali Graziano Delrio. Maurizio Lupi alle Infrastrutture. Enrico Giovannini al Lavoro. Alla Coesione territoriale Carlo Trigilia. Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini. Pari opportunità Iosefa Idem. Alla Semplificazione va Giampiero D'Alia. Sviluppo economico Zanonato. Politiche agricole Nunzia De Girolamo. Università e ricerca Mariachiara Carrozza. Salute Beatrice Lorenzin. Gaetano Quagliariello agli Affari costituzionali. Ministro dell'ambiente Andrea Orlando. Cecile Kyenge è ministro dell'Integrazione. Massimo Bray ai Beni culturali. 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.