Mimetiche, baschi e cucine da campo Saldi dell'Esercito per far cassa

VERONA – Dalle cucine da campo inutilizzate, alle tute mimetiche mai indossate. In tempi di crisi anche l’Esercito prova a far cassa, e svende in una gara a licitazione privata, come farà il Comando logistico Nord di Padova, i kit da recluta e le altre dotazioni militari rimaste nei magazzini. Diversi i lotti, tra cui il più cospicuo è rappresentato da berretti da combattimento, guanti, fregi e cappelli per un prezzo base di 113 mila 140 euro. Chi è interessato all’acquisto dovrà presentare domanda di partecipazione entro il 30 gennaio 2010. Gran parte del materiale si trova stoccato nel Centro rifornimenti di Cà di David, a Verona. Tra i pezzi in grigioverde che ditte e privati potrebbero portarsi a casa anche alcune cucine rotabili da campo, da 125 o 200 razioni, a un prezzo base di 7.600 euro. Poi vi sono migliaia di kit da recluta, mai usati perchè forse si è assottigliato nel tempo il numero di giovani che hanno scelto la leva volontaria. I negozi che trattano l’abbigliamento militare potrebbero inoltre essere interessati ad acquistare a poco prezzo bacinelle e fazzoletti verde oliva, ma anche pettini, controspalline e sotto tacchi.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.