Presidente Euromil Emmanuel JACOB scrive al pres. Cons. Matteo RENZI. “ Sui diritti il personale militare dovrebbe essere trattato come ogni altro lavoratore”. Dopo 2 mesi NON ha avuto risposta.

Assodipro Nazionale
Abbiamo aspettato fiduciosi, nel rispetto del confronto e della corrispondenza istituzionale tra una importante organizzazione Europea ( EUROMIL di cui ASSODIPRO è membro da anni )  ed il nostro presidente del Consiglio, quasi due mesi,  che il presidente Matteo RENZI rispondesse al presidente di Euromil Emmanuel JACOB ( nel riquadro a sinistra nella foto
Ad oggi, nessuna risposta. 
Continuiamo ad essere fiduciosi ma riteniamo opportuno rendere pubblica, dopo questo tempo di attesa, la lettera inviata a RENZI.   

Il testo è il seguente: L'Organizzazione Europea delle Associazioni Militari ( EUROMIL ) è un organizzazione composta da 38 associazioni militari e sindacati da 23 paesi. Rappresenta decine di migliaia di Militari Europei. 
E 'il principale forum a livello europeo per la cooperazione tra associazioni e sindacati  militari su questioni di interesse comune EUROMIL si sforza di garantire e far avanzare i diritti umani , delle libertà fondamentali e interessi socio-professionali  dei militari di ogni grado in Europa e promuove il concetto di “Cittadini in Uniforme ” . 
In quanto tale , un soldato ha diritto agli stessi diritti e obblighi di qualsiasi altro cittadino . EUROMIL chiede in particolare il riconoscimento del diritto dei militari per formare sindacati, associazioni indipendenti e di aderirvi, per la loro inclusione in un dialogo sociale regolare da parte delle autorità .
EUROMIL ha letto con grande interesse le sue dichiarazioni a seguito degli attentati del 22 Marzo a Bruxelles rivendicato dal gruppo Stato islamico . EUROMIL è pienamente  d'accordo con la chiamata per una maggiore cooperazione : “L'Europa deve andare fino in fondo questa volta . Dobbiamo investire in una struttura di sicurezza e di difesa comune ” . 
Fin dalla sua fondazione nel 1972 EUROMIL è del parere che le diverse forze armate europee dovrebbero addestrarsi e lavorare di più e meglio insieme . Una più stretta cooperazione delle nostre forze armate crescendo verso un'unione europea di difesa e anche un esercito europeo è il fattore  chiave  per una vera e potente politica di sicurezza e di difesa comune. Tuttavia , l' implementazione di una  difesa europea unita ha anche una dimensione sociale. Ogni giorno centinaia di migliaia di uomini e donne servono nella forze armate. Sono militari motivati  personalmente  e meritano di essere trattati con rispetto . Devono essere in grado di eseguire le loro funzioni nelle  migliori condizioni e questo è vero non solo per il settore della formazione e attrezzature, ma anche per il settore sociale . 
Come già detto , EUROMIL promuove il concetto di “Cittadini in Uniforme ” ed è pertanto del parere che il personale militare dovrebbe essere trattato come ogni altro lavoratore . EUROMIL è convinto che l'esecuzione di un compito specifico di garantire la pace e la sicurezza nazionale non è un ostacolo al godimento dei diritti e delle libertà fondamentali  .Signor Primo Ministro, nonostante la legislazione internazionale diversi europee paesi non concedono il diritto di associazione per i loro soldati . EUROMIL è consapevole del fatto che questo dibattito è all'ordine del giorno in Italia , ma sa anche che vi è un enorme divario tra le richieste delle associazioni militari italiane e le proposte  della politica e la leadership militare . 
EUROMIL ritiene che un dialogo sociale ben organizzato è molto importante, così come  un rapporto ben regolato, non sono utili solo per il personale militare ma anche per le forze armate in quanto tali. l'esperienza di EUROMIL è che, un clima di fiducia e di rispetto è necessario per un dialogo sociale in cui partner alla pari si fondono insieme.
Guardando le sue dichiarazioni incoraggianti su una difesa comune europea, Io desidero chiamarla, come capo del governo italiano, a  migliorare la relazione con i rappresentanti delle associazioni militari italiane
In questi tempi in cui le forze armate uniscono e condividono le loro risorse, è anche importante che il personale e le organizzazioni lavorino insieme e condividano le loro esperienze sulla scena internazionale. 
Naturalmente EUROMIL è disponibile a discutere di questo argomento con lei o con il suoi stretti collaboratori in questo campo. Siamo sempre disposti a condividere la nostra esperienzae le informazioni su questa e altre questioni in caso di necessità e quando vuole.
Signor  primo ministro, ancora una volta vorrei sottolineare l'importanza del  rapporto dei governi con le nostre associazioni aderenti in Italia
La  ringrazio in anticipo per la sua risposta.
Emmanuel Jacob, President  29 Marzo 2016 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.