Rappresentanza Militare ad uso e titolo personale.5 Delegati ignorano il NO dei CoCeR all’incontro con SMD. Gerometta, Sinesi, Bilello, Foti, Cocco ignorano documenti proposte e richieste di diritti

A cura di Assodipro 
Il CoCeR Interforze , che comprende i delegati di EI, CC, AM,GdF e MM, pochi giorni fa ha prodotto un documento dove si diceva un secco NO all’incontro con Stato Maggiore Difesa sul contestatissimo Riordino delle Carriere e si facevano una serie di importanti proposte economiche e sui diritti sindacali; Un documento che è un tentativo di “ svolta “ dove la rappresentanza assume un ruolo sindacale chiedendo di interloquire e negoziare direttamente con la parte politica che è anche il tentativo di uscire da uno schema “ Sindacato Giallo “ nel quale è costretto il Comparto Difesa ed i CoCeR. Incapacità rappresentative di singoli e interpretazioni personalistiche del ruolo di “ delegati “ hanno rallentato per quasi 2 anni questo percorso di richiesta di ruolo negoziale e di diritti che traspare dal documento nel quale si dice NO all’incontro con SMD facendo richieste nette e concrete ( vedi articoli precedenti sul nostro sito ). 
Dalla pagina FB del delegato CoCeR di lotta e di stato maggiore Foti , con grande stupore, apprendiamo che l’incontro si è svolto ugualmente con la presenza di solo  5 delegati che, come numero, corrispondo a quelli che hanno votato contro il NO all’incontro.  La mini pattuglia di “ delegati a titolo personale “ traditori della maggioranza e presumibilmente contrari anche alla richiesta di diritti ,era composta  da: Generale Paolo GEROMETTA ( in foto tratta da video audizione cocer al senato  ) , portatore sano di un mostruoso e antidemocratico conflitto di interessi in quanto è, contemporaneamente,  Presidente del CoCeR Esercito, Presidente del CoCeR Comparto Difesa che comprende 3 CoCeR ( EI, AM,MM ) e Capo del 1° reparto affari giuridici ed economici del personale dello Stato Maggiore Esercito – ufficio trattamento economico, condizione militare e coordinamento”. M.llo AM Sinesi ( in foto  tratta da video audizione cocer al senato), probabilmente non pago di aver assistito, inerme e rappresentativamente incapace, alla macelleria sociale dei tagli ai Marescialli , solo in Aeronautica ridotti a meno di un terzo dell’attuale organico, senza tutele e diritti  dai tagli della 244 e contemporaneamente bloccati per lustri nei gradi, che continua il percorso monastico di palazzo  senza risultati ne comunicativi, né informativi  né effettivi per i MARESCIALLI  che “dovrebbe  rappresentare “; Anche Ignorando e buttando nel cestino la storia dei Marescialli dell’ Aeronautica storicamente e democraticamente pro-diritti .  In Italia, si sà, i figli son piezz e core… e ancor di più e specialmente quando fanno servizio, curiosamente, nello stesso ente del papà e vicino al paesello; prendiamo atto che capita anche questo. Un altro componente di questa penta-delegazione a titolo personale è il S.M. di lotta e di stato maggiore Bilello (EI) al quale forse i troppi caffè dell’iniziativa dei Sergenti contro il riordino hanno dato alla testa ed anche lui ….
CONTINUA IN LEGGI TUTTO
 smentendo palesemente la “ lotta contro il riordino “ dei sergenti, a titolo personale, tradiva la maggioranza e le richieste fatte presentandosi all’incontro accanto al suo generale Gerometta. Completano il gruppetto, che se si trattava di operai ed in altra epoca o ambiente  si poteva definire gruppetto di crumiri filo azienda, altri 2 delegati dell’esercito.  Cocco e Foti, entrambi dell’ EI, che almeno ha avuto il pregio di informare sull’incontro scrivendo, all’inizio della sua informazione :  ” Resoconto dell'incontro con la delegazione di SMD con il CO.CE.R. INTERFORZE (!) ( n.d.r.  CoCeR Interforze chi ?): In occasione dell'incontro di oggi, vi riporto in sintesi gli interventi dei membri della rappresentanza del CO.CE.R. SEZ. ESERCITO (INTERVENTI A TITOLO PERSONALE):  Il Presidente GEN. DIV. PAOLO GEROMETTA ha ribadito…… Il Serg. Maggiore MIMMO BILLELLO  ha espresso….. il sottoscritto  “Girolamo Foti”ho dichiarato quanto segue….. ” .  
Le perplessità e la sorpresa su questo “ incontro a titolo personale”  si pongono anche per l’ufficio di Stato Maggiore che lo ha ospitato nonostante lo Stato Maggiore Difesa conoscesse il documento, votato 38 contro 5, nel quale si diceva NO allo stesso. Che senso ha avuto farlo con 5 ( cinque – 4 EI + 1 AM ) delegati che si esprimo a titolo personale ? Che utilità ha avuto ? si è forse voluto delegittimare una grandissima maggioranza che vuole una giusta e sacrosanta autonomia ?  

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.