Spending Review e Revisione I Tagli che dimezzano l’Aeronautica

A cura di
s.rullo@tin.it 
Usando le stesse parole del vertice politico- tecnico- militare che da un anno ha programmato , lavorato e legiferato su pesantissimi tagli di posti di lavoro, di uomini e strutture,  Il Gen. S.A. Paolo Magro, con un messaggio al personale, tra l’altro, dice che:  “ Nell’ambito del complessivo sforzo  del paese  verso l’obiettivo del risanamento del quadro finanziario…. “…  “ bisogna produrre risparmi di spesa attraverso economie di scala “ … Nella comunicazione/messaggio troviamo numeri  che conosciamo da un anno tramite e grazie ai siti di interesse, tra i quali il nostro , poco o nulla  si aggiunge ; sempre tramite i siti abbiamo seguito gli Iter e sappiamo dei provvedimenti citati per le battaglie ancora non terminate contro La Revisione dello Strumento Militare e tutte le iniziative fatte e che si faranno . 
Diciamo chiaro che parlare di  “economie di scala” si traduce in pesante taglio di posti di lavoro – accorpamento e chiusura di Enti . Diciamo chiaro che, se arriva in porto con i decreti la Revisione Di Paoliana dello strumento militare, L’ Aeronautica Militare Italiana, in 20 anni , dal 2004 al 2024, sarà praticamente DIMEZZATA ! arrivando ad avere, dopo la scure DiPaoliana-Finmeccanicistica , 33.800 persone impiegate ! Metà uomini tagliati, Metà occupazione presa a colpi d’ascia per “ il risanamento del quadro finanziario “ . Il Gen. Paolo Magro, cerca di informare ma non aggiunge nessun dato che non era conosciuto se non attraverso i siti di interesse, afferma che “ .. le trasformazioni in atto non siano solo SUBITE dal personale ma siano dallo stesso pienamente percepite, comprese e, ove possibile condivise “ . Appare difficilissimo, quasi impossibile condividere  provvedimenti di una politica arrogante che non ha ascoltato ma solo imposto, non solo sui temi della Difesa ma anche su quelli del risanamento generale, visto il quadro economico che non sembra certo migliorato a fronte del “ sangue “ dato dai cittadini lavoratori di TUTTI i comparti e dei posti di lavoro persi e che si perderanno.  Difficile condividere provvedimenti sulla Difesa fatti militarizzando un parlamento disattento ed approvandoli, senza accettare una virgola da chi li contestava nel merito e nel metodo, perfino con un Governo dimesso di fatto e nelle ultime ore della legislatura .
Nella comunicazione, in riferimento ai numeri, si ricorda che con i tagli della spending review  ( che porta le FF.AA. a 170mila ) l’Aeronautica passa da 44mila persone impiegate oggi a 39.368  in tre anni dal 1.1. 2013 al 31.12.2015 – per arrivare alla fine del taglio massacrante e con la revisione strumento militare a 33.800 .  Con il d.p.r. di recente pubblicazione si definiscono le modalità di uscita del personale in esubero ed il tutto sembra calzare perfettamente ed in anticipo sulla revisione dello strumento militare che, mancando i decreti, ancora NON ha chiuso il suo percorso. Una sorta di – ansia di prestazione – nel tagliare o prepararsi a tagliare  le persone, i Lavoratori Militari occupati . La politica  economica, che domina incontrastata in nome di banche, finanza e  del profitto, schiaccia la politica vera e comprime la democrazia, applicata da Di Paola  in modo scientifico per le FF.AA ha un solo obiettivo: tagliare il personale, tagliare occupazione pubblica o di aziende ( ultimissimo caso vedi tagli alla Selex collegata di Finmeccanica ) in barba a tutte le conseguenze sociali, lavorative, economiche e familiari che comportano  per migliaia di lavoratori  Militari e non. Solo la Spending Review taglia 12mila posti di lavoro nei giovani volontari di E.I. – A.M. – M.M.  nei tre anni citati. Il Compimento del quadro dei 2 provvedimenti porterà a Forze Armate composte, per circa l’80% dell’organico, da sergenti e volontari, i 2 ruoli meno retribuiti e più precari ! 
Tagliando in modo pesantissimo il ruolo Marescialli che, specie per L’A.M. è, ed è stato, l’ossatura della stessa. A dispetto ed in contraddizione a quanto si  diffonde da un anno tramite radio naja  su pre-pensionamenti, nel messaggio leggiamo : “ si potrà raggiungere la riduzione richiesta dalla spending review attraverso la rimodulazione dei reclutamenti e dovrebbero pertanto comunque trovare applicazione estremamente residuale  gli strumenti di gestione delle eccedenze introdotti dalla spending “  che sono, in sintesi : pensione con i limiti precedenti a quelli del decreto salva Italia e transito in A.R.Q. 
Dunque L’ A.M. con la Spending Review , perderà 4.600 occupati in 3 anni solo con le uscite naturali  e con nuovi ingressi in numero molto limitato ?!? si potevano  mettere, nel messaggio, nero su bianco, in che numero ruolo per ruolo, grado per grado con il raffronto sulla forza attuale dell’ A.M. e su quella a  183mila delle ff.aa ? Si potrebbe-dovrebbe mettere nero su bianco i numeri, ruolo per ruolo, grado per grado, dell’ Aeronautica DIMEZZATA nel caso arrivi in porto la Revisione così come impostata da Di Paola ? Per confermare questo, ed aggiungere veramente qualcosa di nuovo a dati noti, si sarebbe potuta aggiungere una tabella di previsione Ingressi-Uscite e si potrebbe – dovrebbe dire, ruolo per ruolo le diminuzioni degli occupati nei prossimi 3 anni in conseguenza della spending review. Sarebbe quasi un atto dovuto . Se con la lettera messaggio si voleva chiarire completamente sui 2 provvedimenti non sembra che l’obiettivo sia stato raggiunto.  

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.