Tra Cirielli e poteri forti oscurantisti, e Scanu non c’è ombra di dubbio con chi stare. Assodipro sta con il presidente Commissione inchiesta Scanu ed i più di 100 parlamentari sottoscrittori di una legge che migliora diritti e tutele. Cirielli dice inesattezza e strumentalizza proteste. Si approvi SUBITO la legge Scanu

Assodipro presidenza Nazionale

Rimaniamo anche noi, come i consulenti della commissione inchiesta che hanno appena diramato un comunicato stampa, sconcertati dall’ attacco che si sviluppa da mesi contro il testo Scanu e contro i lavori della Commissione inchiesta, fatto anche in queste ore dall’onorevole Cirielli e poteri forti per non far approvare UNA LEGGE CHE NON TOGLIE NULLA ma AGGIUNGE / AUMENTA DIRITTI E TUTELE PER I MILITARI.  

Con la proposta di legge della Commissione le prestazioni garantite dall’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali si aggiungono alle speciali provvidenze oggi garantite ai militari e non le sostituiscono.

 La proposta di legge è stata presentata a conclusione di un lavoro pluriennale della Commissione di inchiesta, che ha audito tutte le componenti interessate, a cominciare dai militari vittime di eventi lesivi e dai loro familiari superstiti”. È SCANDALOSO  che si voglia ostacolare l’oggettivo miglioramento della condizione dei militari.

La nota retorica militarista dell’ on. Cirielli ci fa sorridere e non ci stupisce. Leggere che il presidente Scanu è un antimilitarista becero è politicamente offensivo anche verso chi da due anni sta svolgendo un lavoro egregio in commissione inchiesta. Ricordiamo lo stesso On. Cirielli quando ha fortemente criticato l’audizione di un generale che aveva dichiarato in un intervista che “ i militari impiegati all’estero erano informati e attrezzati prima e durante le missioni ! “. L’On. Cirielli, che non ci risulta mai essere stato interessato a presidi o sit-in di militari , svoltisi a decine negli ultimi anni per chiedere diritti per il personale, anche diritti sindacali, per chiedere di non approvare leggi o tagli che lui ha votato ( tipo revisione strumento militare o proroghe della rappresentanza ) sfrutta anche un presidio di pensionati militari attenti a tabelle che rispettiamo ma del quale non condividiamo i contenuti.

Se avere leggi che migliorano diritti e tutele e coinvolgono organi terzi, con l’obiettivo di migliorare il lavoro e la salute nei luoghi militari rompendo l’isolamento gerarchizzato su lavoro e salute, costa un accusa di antimilitarista da parte dell’ On. Cirielli , se mettersi contro poteri forti di vertice che non vogliono maggiori controlli e verifiche, sentiamoci in tanti, tutti,  antimilitaristi per un giorno e chiediamo l’approvazione della legge Scanu che migliora diritti.  

Come Assodipro sottoscriviamo anche il COMUNICATO STAMPA CONSULENTI COMMISSIONE PARLAMENTA D’INCHIESTA URANIO IMPOVERITO L’ex Procurato Raffaele Guariniello, il Dott. Domenico Leggiero ed il Gen. Fernando Termentini, si dicono preoccupati e sconcertati per le distorte informazioni che qualcuno sta divulgando in merito agli emendamenti proposti dalla IV Commissione Parlamentare d’inchiesta sull’urano impoverito a firma SCANU ed altri. Il provvedimento, oltre a non interferire in alcun modo sui diritti acquisiti del personale delle FFAA e FFPP (causa di servizio e pensione privilegiata) introduce un principio fondamentale affinché la valutazione del nesso causale tra patologia e servizio venga riconosciuto e confermato da un organo realmente terzo.

È proprio la difficoltà del riconoscimento del nesso causale che vede oggi i nostri Militari combattere oltre che con la malattia anche con la burocrazia che a volte uccide. Probabilmente la volontà di travisare il provvedimento è diramare false informazioni su di esso sta proprio nel fatto che questa terzieta’ del giudizio possa far emergere delle responsabilità che qualcuno vuole a tutti i costi evitare e nascondere.

Questo attacco offende anche il lavoro di noi consulenti che, a costo zero, ci siamo fatti portatori delle istanze e di proposte alla commissione che, per la prima volta ha prodotto un atto nell’interesse di chi rischia la vita in silenzio per la collettività.

Il nostro vuole essere anche un caloroso appello al Presidente della Repubblica ed al Presidente del Consiglio affinché intervengano con la loro autorevolezza a far sì che questo provvedimento superi gli ostruzionismi e le barriere poste dai poteri forti.

Chiediamo agli organi di stampa e d’informazione tutti ad aiutare non tanto la Commissione ma le migliaia di famiglie coinvolte in una problematica che si sta rivelando in tutta la sua drammatica storia di intrecci d’interesse e di potere che poco hanno a che vedere con il rispetto, il lavoro ed il sacrificio di migliaia di uomini.

Roma 16 dicembre 2017 Dott. Raffaele GUARINIELLO  Dott. Domenico LEGGIERO Gen Fernando TERMENTINI

ANSA Manovra: Cirielli, governo mortifica comparto Difesa su uranio
Manovra:Cirielli,governo mortifica comparto Difesa su uranio(ANSA) – ROMA, 16 DIC – “L’azione del governo Pd continua ad essere ispirata da un becero antimilitarismo che mortifica il comparto difesa in Italia”. Lo afferma il deputato di Fratelli di Italia Edmondo Cirielli, componente della commissione d’inchiesta sugli effetti dell’utilizzo dell’uranio impoverito, auspicando che il “Parlamento bocci l’emendamento alla Legge di Bilancio 2018, a firma di Gian Piero Scanu, presidente della Commissione d’inchiesta sull’esposizione all’uranio impoverito, che trasferisce sotto la gestione dell’Inail le problematiche di salute che riguardano il Comparto Difesa”. “Auspico che le forze politiche responsabili, che davvero hanno a cuore la dignita’ delle forze dell’ordine, al momento del voto raccolgano la richiesta che arriva dai militari, da cinque giorni in sciopero della fame all’esterno di Montecitorio, bloccando l’emendamento alla legge di bilancio che sposta sotto la competenza dell’Inail le malattie causate dall’amianto, che ha colpito centinaia di marinai sulle navi della Marina Militare italiana, aviatori, soldati, carabinieri. Ma anche degli effetti del contatto con l’uranio impoverito soprattutto da parte dei militari impegnati in missioni all’estero”, spiega Cirielli. “Ancora una volta registriamo da parte del Governo un atteggiamento punitivo nei confronti delle forze dell’ordine”, conclude il parlamentare di Fdi ricordando “che invece sarebbe giunto il momento di dare un riconoscimento vero, con una legge equa e giusta, ai tanti militari malati che attendono giustizia”.

 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.