TUTTI GLI ITALIANI SONO D’ACCORDO SULLA RIELEZIONE DI NAPOLITANO ?!?

IL MINISTRO DELLA SANITA' può dire cosa pensano i suoi dipendenti senza consultarli ? IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE può dire cosa pensano tutti i suoi dipendenti senza consultarli ? UN MINISTRO può dire cosa pensano TUTTI gli Italiani senza, apparentemente, neanche consultare sondaggi che, ad oggi, dicono l'esatto contrario ?
21 apr.2013 – (Adnkronos) – ”Signor Presidente grazie. L’Italia, gli Italiani sono orgogliosi di Lei. Lo sono le Forze Armate, lo e’ il mondo della Difesa, certamente lo sono io. Grazie con deferenza e affetto”. E’ quanto scrive il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola in un telegramma inviato a Giorgio Napolitano per la sua rielezione a Presidente della Repubblica. 
DUE GIORNI FA E IERI  sono stati fatti 2 sondaggi sul nuovo presidente, i risultati appaiono chiari.  SONDAGGIO SU LA 7  del programma IN ONDA dalle 20.30 alle 23.00: SULLA SCELTA DI NAPOLITANO PRESIDENTE ,siete d’accordo ? – NO è un golpe bianco : 23,8 – Si Unica soluzione : 22,7 – Era meglio Rodotà : 53,5.
Sondaggio Sky :  NAPOLITANO RIELETTO CAPO DELLO STATO SEI CONTENTO ? NO 74 %      SI 26 %

Giorgio Napolitano è il “nuovo” Presidente della Repubblica. Solo il 14 aprile dichiarava: «Non mi convinceranno a restare. Mia elezione non è soluzione e sarebbe al limite del ridicolo». A febbraio eravamo andati al voto per avere, dopo un anno di Governo tecnico dai risultati piuttosto modesti, un vero Governo politico, capace di guidare il Paese.E così ci ritroviamo con un’Italia indignata che aveva sperato nel cambiamento e chiesto ad una classe dirigente, incapace e miope, il tanto atteso cambio di rotta.
“E adesso?”. L’Italia è definitivamente spaccata in due, tre, e decine di altri piccoli personalismi. Le stucchevoli dichiarazioni che parlano di “assunzione di responsabilità”, “ampia scelta condivisa”, “grande gesto di generosità” e “le migliori forze del Paese che si sono unite” sono il patetico finale di una farsa tutta italiana. “Bisogna che tutto cambi perché tutto rimanga com’è” di gattopardiana memoria è l’amara considerazione di una delle giornate più nere nella storia della Repubblica italiana. Certo era difficile fare peggio di così. Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/l-aquila-blog-opinioni-confronto-sui-fatti-che-contano/quirinale-compattati-sul-nulla-rubarci-#ixzz2RBAC7n6L

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.