Zio Sam ha deciso, nuove bombe nucleari sui Tornado Italiani e paga pantalone. Contratti Bloccati al Personale mentre spendiamo anche per questo !

Armi, zio Sam ha deciso: bombe nucleari sui Tornado italiani, e paga Pantalone di Toni De Marchi del FattoQuotidiano.it 
State sereni, se non ci pensa il nostro governo c`è zio Sam che lavora per noi. E ci promette che nel 2018, non solo avremo tante belle nuove bombe nucleari, ma soprattutto che anche i nostri cacciabombardieri tricolori saranno in grado di portarle. E non solo gli F-35, quando arriveranno, ma anche i Tornado. Non speriate tuttavia che a dircelo siano i nostri beneamati governanti. Lo sappiamo infatti perché a Washington hanno pubblicato i documenti di bilancio per il 2015. Solo per le attività di ricerca e sviluppo dell`Aeronautica militare ci sono ben 830 pagine dettagliatissime. A pagina 617 troviamo la descrizione del programma di ammodernamento delle armi nucleari di cui vi abbiamo già parlato. Sono undici fitte pagine di numeri e tabelle che spiegano per filo e per segno come saranno le nukes del nostro futuro. E ci dicono che nel 2015 comincerà anche l`ammodernamento e l`adeguamento degli aerei italiani che le potranno portare. La tabella è a pagina 626: vi sono elencati, oltre agli F-15, F-16 e B-2 anche i PA-200, cioè i Tornado. Questi cacciabombardieri sono in servizio in Gran Bretagna (che però non usa bombe nucleari a caduta), Germania e Italia. I nostri stanno a Ghedi, al 6 Stormo, dove, guarda la coincidenza, ci sta anche un reparto americano il 704th Munitions Support Squadron il cui solo mestiere è custodire le bombe per i nostri aerei. Mi raccomando: non fatelo sapere al nostro governo. Non alla ministra Pinotti, non al sottosegretario Alfano che venerdì scorso ha tentato un`ardita arrampicata sugli specchi per non rispondere ad una interrogazione del M5S precisamente su questi argomenti. Magari potrebbero scoprire che gli italiani hanno dei bombardieri nucleari (a loro insaputa?) e gli potrebbe anche venire il sospetto che a prendere le decisioni non siano loro ma gli americani. Una delusione troppo forte per dei modernizzatori. Ma dove dovrebbero portarle, queste bombe? Dipende dalle vostre personali inclinazioni. C`è l`Iran che, sì, sta facendo gli accordi per il nucleare, ma non si sa mai. La Siria è ancora piena di gas nervino e chissà se davvero se ne vuole liberare. L`Iraq? Beh, quello lo abbiamo già messo fuori gioco, un bei knockout così la smette di minacciarci con le sue Wmd, le armi di distruzione di massa che ancora non si sa dove siano nascoste. La Corea sta un po` lontana, per ora. Male che vada c`è il neo-zar Putin che ci da tante belle occasioni per sentirci in pericolo. Così in pericolo che Barack YesWeCan ci ha ricordato l`altra settimana che non è tempo di disarmare. Soprattutto se si tratta di comperare aerei americani come del tutto casualmente sono gli F-35. È vero, da Matteo lavoltabuona, quest`omino che Berlusconi invidiava per la sua abbronzatura, c`è stato solo venti minuti, in un ritaglio di tempo dopo essere stato dal Papa e prima di andare dal sultano dell`Arabia Saudita. Più che sufficienti tuttavia perché il velociraptor di palazzo Chigi afferrasse il concetto e se qualcuno sperava in un ravvedimento operoso per gli F-35 si è dovuto ricredere in fretta. B61-12 è la sigla delle nuova arma che sostituirà tutte le bombe a caduta libera attualmente in servizio, da quelle tattiche più piccole a quelle sub-strategiche.  

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.