Militari senza diritti e tutele. POLIGONI – Falco Accame: Altro militare morto in Sardegna, la morte rivelata dopo un anno. Piras: 23 militari e civili ammalati di tumore a poligono Capo Frasca

La denuncia: «Un militare morto di leucemia» » CAGLIARI Un altro caso di militare sardo morto di leucemia. La segnalazione arriva dall`Anavafaf del presidente Falco Accame. Secondo quanto riferisce l`associazione, la vittima, Luca Iddas, si era rivolta allo stesso Accame due anni fa per chiedere notizie sulla richiesta di causa di servizio. «Il ministero della Difesa – spiega il presidente ha comunicato il diniego dei risarcimenti affermando che “il decesso da leucemia mieloide acuta non può riconoscersi dipendente da fatti di servizio”. Questa risposta è inaccettabile. Per la legge i risarcimenti sono comunque dovuti nei casi di tumore in rapida evoluzione». L`Anavafaf protesta anche per i tempi. «Solo a un anno di distanza si è saputo della morte di un altro militare inSardegna, ammalato di leucemia.  Luca Iddas, faceva parte del terzo reggimento bersaglieri dellaBrigata Sassari di stanza a Capo Teulada. Luca non è morto ieri, se n`è andato un annetto fa, ma la notiziaè trapelata solamente ora, grazie all`Anavafaf, l`associazione presieduta dall`ex ammiraglio Falco Accame che da alcuni decenni si occupa attivamente di tutti i casi di gravi malattie contratte in servizio. «Quei signori – chiosa l`ex parlamentare socialista fanno sempre così: le notizie scomode, non le fanno sapere, io ho appreso della morte del povero Iddas in modo del tutto singolare». I casi di infortunio – denuncia Accame – si conoscono solo casualmente. Male disposizioni del ministro Spadolini impongono che i le vittime dovrebbero essere comunicate alle Commissioni Difesa della Camera e del Senato».
POLIGONO CAPO FRASCA = Cagliari, 12 nov. (Adnkronos) – “Nel  lasso di tempo che abbraccia un ventennio tra gli anni `90 e il 2010, su un totale di circa 70 persone, fra civili e militari che hanno prestato servizio nel Poligono di Capo Frasca, 23 hanno contratto forme gravi di tumore, in 6 casi del sistema emolinfatico, in altri a carico di diversi organi, oltre che diverse patologie del sistema immunitario. Di essi 12 sono deceduti, 7 sono invalidi permanenti, uno risulta tuttora in terapia per linfoma, uno solo risulta essere guarito dalla leucemia”. Lo denuncia il deputato Michele Piras (Sel), membro della Commissione Difesa della Camera in merito al personale in servizio nel Poligono delIAeronautica militare di Capo Frasca (Ca). Piras afferma che “la maggior parte ha riscontrato la patologia in permanenza di servizio e inoltrato regolare richiesta al Previmil per l`indennizzo della Speciale Elargizione (vittime poligoni). A nessuno di essi il Previmil ha riconosciuto l`indennizzo. L`acqua utilizzata nel sistema idrico del Poligono -sostiene Piras-, pescata da pozzi artesiani, analizzata nel 1994, era stata già` dichiarata inquinata, ma solo nel 2010 si e` provveduto all`allaccio alla rete di Abbanoa, anche se ancora non risultano completamente sicure le condizioni igieniche di reti fatiscenti e mai rinnovate”. Piras annuncia che chiederà` giustizia “e risarcimento per i lavoratori e chiederò` anche che vengano accertate le eventuali omissioni attraverso una indagine sulle responsabilità` di quanto avvenuto nel Poligono”.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.