TRASPORTI GRATUITI MILITARI REGIONE LAZIO. IMPEGNO E PROPOSTA DEL CANDIDATO GIANNI CIOTTI di Rivoluzione Civile

ASSODIPRO ha avuto la possibilità di sottoporre a Gianni CIOTTI, Poliziotto impegnato per anni nella lotta contro la criminalità e sindacalista della Polizia, la problematica dei trasporti gratuiti per i Militari nella Regione Lazio. Una delle TANTE/TROPPE problematiche lasciate  irrisolte  dal Consiglio Regionale uscente che ha emanato una legge regionale non compiutamente applicata per mancanza di finanziamenti. Se pensiamo che, proprio per una vergognosa vicenda di ” finanziamenti ” è crollata la Regione politicamente mal guidata dalla Signora Polverini, il rammarico per quanto NON si è fatto per i cittadini/lavoratori del Lazio è ancora maggiore ! 
Ecco perchè c'è bisogno di un grande rinnovamento tramite il voto, che porti ad  affidare responsabilità Politiche a persone competenti e che lotteranno anche per i Diritti dei Militari. 
Il CANDIDATO per la lista Rivoluzione Civile Ingroia ,  GIANNI CIOTTI ( www.ciottigianni.it ) ha rilasciato la seguente dichiarazione : 
Ho avuto modo di constatare attraverso colleghi delle forze armate che spesso la Legge regionale che permette il trasporto dei militari in divisa sui treni del Lazio non viene uniformemente applicata causa del mancato rifinanziamento della Regione all’Ente ferrovie.
Penso che uno de primi punti, qualora eletto alla Regione Lazio, sia quello di ridefinire la norma che regola il trasporto pubblico gratuito delle forze armate, attraverso il rifinanziamento immediato, considerando l’encomiabile opera svolta dalle forze armate su tutto il territorio nazionale.
Vorrei riposizionare centralmente in questa Regione il ruolo di tutti i cittadini in divisa, considerando che oramai partecipano a pieno allo sviluppo della Regione.
Non può sfuggire l’indispensabile apporto delle forze armate nei temi della sicurezza urbana, con la vigilanza di obiettivi sensibili, ronde, e servizi di sicurezza all’interno delle metropolitane.
Trovo assolutamente indispensabile che un militare della Repubblica Italiana anche in borghese abbia l’istinto di protezione verso la cittadinanza né più né meno come gli appartenenti alle forze dell’ordine, e pertanto mi impegnerò affinché gli appartenenti alle forze armate possano usufruire del trasporto gratuito in ambito regionale in abiti civili.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.