RIORDINO DELLE CARRIERE CHE NON RIORDINA LE CARRIERE e aumenta la Dirigenza Militare?

IL RISULTATO, L’UNICO RISULTATO di bugie sulle realtà di quanto si stava invece preparando, è stato solo creare illusioni e grandi aspettative, tra migliaia di militari, che si scontravano con la realtà di un progetto di riordino che andava avanti a senso unico e non a loro insaputa. Vi risparmiamo i pochi e scarni commenti pubblicati da singoli delegati, usi a far comunicati di interesse solo per i vertici o “ ispirati” dai vertici, o della categoria “ spacciatori “ di rappresentanza che, dopo aver diffuso false aspettative e progetti basati sul nulla, diffondono ancora illusioni e cloroformio sul riordino delle carriere che appare ben chiaro su come sarà. Renderanno conto ai loro rappresentati ai quali magari spiegheranno anche perché vogliono un’altra proroga di un anno.

Troviamo molto interessante quanto pubblicato, in un comunicato stampa da 3 appartenenti al CoCeR Carabinieri che confermano la tesi del RIORDINO CALATO E VOLUTO DALL’ALTO ( che noi sosteniamo da mesi ed ora il perché è chiaro a tutti ) anche se lo fanno con un gravissimo ritardo ed in un comunque utile e apprezzabile scopo informativo.

Riordino che comprenderebbe un aumento di posti per la dirigenza militare ed allora si capisce bene, benissimo, perché è voluto fortemente dall’alto e da poco in basso ! e chissà cosa si troverà ancora se e quando si potrà leggere l’articolato del provvedimento.

INTANTO VEDIAMO I NUMERI DELLA DIRIGENZA MILITARE CLICCA QUI PER VEDERE, tabella A,  I NUMERI TOTALI DELLA DIRIGENZA ( Generali e Colonnelli )

CARABINIERI: 112 Generali e 465 Colonnelli ( rapporto dirigente su quota personale 1:211 )-

ESERCITO : 170 Generali e 820 Colonnelli ( rapporto dirigente su quota personale 1:90 ) –

MARINA MILITARE : 88 Generali e 454 Colonnelli ( rapporto dirigente su quota personale 1:49 ) –

AERONAUTICA MILITARE : 72 Generali e 410 Colonnelli ( rapporto dirigente su quota personale 1:70 ) –

GUARDIA DI FINANZA : 107 Generali e 351 Colonnelli ( rapporto dirigente su quota personale 1:108 )

TOTALE DI CC, EI,MM,AM e GDF : GENERALI 549 – Colonnelli 2.500 

CLICCA QUI PER VEDERE LA TABELLA  B  NUMERO DELLA DIRIGENZA MILITARE IN RAPPORTO PROPORZIONE AL RESTO DEL PERSONALE

Tratto da Comunicato dei delegati CoCeR CC ( Rumore, La Fortuna, Pitzianti ) : “Per contenere la spesa pubblica, spesso i Governi hanno tagliato i capitoli di bilancio delle Forze di Polizia o addirittura permesso la  chiusura di molteplici reparti dell’Arma e della Polizia di Stato,  effettuando  blocchi stipendiali, mancati aggiornamenti dei contratti di lavoro e  congelamenti di indennità che alimentavano lo stipendio già misero degli Operatori delle Forze di Polizia. Ma nessuno si è accorto, o ha fatto finta di non accorgersi, dei numeri assurdi che compongono i quadri Dirigenziali delle Forze Armate e di Polizia” ….. i delegati….. “suggeriscono di abbattere i costi dei Dirigenti e rimodulare le proporzioni numeriche, in quanto sembra assurdo, che per “Dirigere” 89.400 ( riferimento è all’ Esercito )  uomini si abbia bisogno di 820 Colonnelli mentre l’Arma comprensivi degli Ufficiali assorbiti dalla Forestale solamente 465. Come sembra assurdo che per Dirigere 26.800 uomini e donne ( rifermento a Marina Militare ) si abbia bisogno di 23 Generali di Divisione mentre l’Arma di 22” SPETTACOLARE comunicato che ad una prima lettura sembrerebbe che sia in favore del “popolo” dei lavoratori in uniforme dei gradi intermedi e di base ed invece è un comunicato che si potrebbe leggere anche come PRO DIRIGENZA DEI CARABINIERI che ha, secondo i “nostri” delegati del CoCeR dei Carabinieri , meno dirigenti delle altre Forze Armate.

Infatti un ragionamento che guarda verso tutti sarebbe stato dire, per esempio, DIMEZZIAMO e rimoduliamo i numeri ed i costi di tutta la dirigenza militare .

Invece si usa il termine “ rimodulare le proporzioni numeriche “ facendo un comunicato che avrebbero dovuto fare i Colonnelli ed i Generali dei Carabinieri affermando che hanno meno dirigenti in proporzione delle altre forze armate .

Ce li vedete generali e colonnelli dei carabinieri che fanno un comunicato del genere ? e perché mai dovrebbero, CI PENSA IL SINDACATO GIALLO A FARLO, il sindacato giallo comandato e presieduto dalla dirigenza, non autonomo e gerarchizzato , impotente sulla tutela effettiva su lavoro e salute dei militari tutti.

I NOSTRI CAMPIONI ITALIANI di SINDACATO GIALLO comunque, almeno, INFORMANO utilmente, ci danno spunti, e ci dicono, nel comunicato: “In questi giorni nelle riunioni nei tavoli tecnici, per la discussione del nuovo progetto sul riordino delle carriere, STA EMERGENDO L’AUMENTO DEI POSTI PER I QUADRI DIRIGENZIALI. A QUESTO PUNTO CI SI CHIEDE: Se in questo momento nelle riunioni si prospetta l’aumento di 110 posizioni per la sola Arma dei Carabinieri, cosa succederà nelle altre Forze di Polizia e Forze Armate, visto gli alti numeri già esistenti. A questo punto il dilemma sarà: Le risorse stanziate saranno devolute ai ruoli di base o ai Dirigenti ? “. ( fine estratto del comunicato )

Il RIORDINO è anche, forse soprattutto, un aumento dei posti della DIRIGENZA MILITARE che cerca di far rientrare dalla “ finestra riordino “ quanto era “ uscito dalla porta “ con i piccoli tagli alla dirigenza contenuti nella revisione dello strumento militare.

Inoltre si anticipa anche il trattamento di omogeneizzazione stipendiale ? Si potrebbe anche dire che è un tentativo legittimo della dirigenza per riconquistare posizioni e migliorare ulteriormente le condizioni stipendiali, MA BASTA SAPERLO E DIRLO IN MODO CHIARO senza illudere, con la complicità dei CoCeR sindacato giallo , migliaia di militari illusi con ben altre aspettative e non informati sul provvedimento !

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.